Prendi il coraggio e mettilo nell’animo di chi non sa lottare

Di Giorgio Nadali

“Prendi il coraggio e mettilo nell’animo di chi non sa lottare”. Chi avrebbe mai accusato Il Mahatma Gandhi di incitare alla violenza per una frase così? Perché in politica – e non solo – il verbo lottare non è sinonimo di violenza. Eppure il 2021 è iniziato con l’accusa  al Presidente Trump di incitamento alla violenza. Un pretesto per imbavagliare la libertà di opinione e di espressione. Centinaia di migliaia di persone in rappresentanza dei 75 milioni di votanti di Trump (famiglie, uomini quasi tutti senza corna, donne, giovani) si sono pacificamente radunati nella capitale degli USA. Una manifestazione pacifica seguita da una marcia di protesta. Assolutamente lecito (sino ad oggi). Il fatto che qualche centinaio di facinorosi (da condannare) abbiano assaltato il Campidoglio non può essere usato come pretesto per una messa in stato di accusa del Presidente uscente. E’ tipico della sinistra delegittimizzare gli avversari e giudicare con due pesi e due misure, questo lo sappiamo. Ora però stiamo assistendo a qualcosa d’altro. Qualcosa che avrà dei risvolti inimmaginabili nel Paese più potente del mondo e modello della democrazia. E se pensi che non ne sarai coinvolto…

Ecco la trascrizione tradotta in italiano del discorso del Presidente Trump alla manifestazione del 6 gennaio scorso . Ognuno giudichi secondo coscienza e senza pregiudizi.

Donald Trump: (02:44)

I media non mostreranno l’entità di questa folla. Anche io, quando mi sono acceso oggi, ho guardato e ho visto migliaia di persone qui, ma non vedi centinaia di migliaia di persone dietro di te perché non vogliono dimostrarlo. Abbiamo centinaia di migliaia di persone qui e voglio solo che vengano riconosciute dai media di notizie false. Per favore, capovolgi le telecamere e mostra cosa sta realmente accadendo qui perché queste persone non ce la faranno più. Non ce la faranno più. Vai avanti. Trasforma le tue telecamere, per favore. Mi mostreresti? Sono arrivati ​​da tutto il mondo, in realtà, ma da tutto il nostro paese. Voglio solo vedere cosa fanno. Voglio solo vedere come hanno coperto. Non ho mai visto niente di simile. Ma sarebbe davvero fantastico se potessimo essere coperti in modo equo dai media. I media sono il problema più grande che abbiamo per quanto mi riguarda, il problema più grande, le notizie false e la grande tecnologia. La grande tecnologia ora sta entrando in gioco. Li abbiamo battuti quattro anni fa. Li abbiamo sorpresi. Li abbiamo colti di sorpresa e quest’anno hanno truccato un’elezione. L’hanno truccato come se non avessero mai truccato un’elezione prima. A proposito, la scorsa notte non hanno fatto nemmeno un brutto lavoro, se noti. Sono onesto. Voglio solo ringraziarti di nuovo. È solo un grande onore avere questo tipo di folla ed essere davanti a te. Centinaia di migliaia di patrioti americani si sono impegnati per l’onestà delle nostre elezioni e l’integrità della nostra gloriosa Repubblica. Tutti noi qui oggi non vogliamo vedere la nostra vittoria elettorale rubata da democratici radicali di sinistra incoraggiati, che è quello che stanno facendo e rubata dai media di notizie false. Questo è quello che hanno fatto e quello che stanno facendo. Non ci arrenderemo mai. Non ammetteremo mai, non succede. Non ammetti quando è coinvolto un furto.

Donald Trump: (04:42)

Il nostro paese ne ha avuto abbastanza. Non ce la faremo più ed è di questo che si tratta. Per usare un termine preferito che tutti voi avete davvero inventato, interromperemo il furto. Oggi esporrò solo alcune delle prove che dimostrano che abbiamo vinto queste elezioni, e le abbiamo vinte con una schiacciata. Questa non è stata un’elezione ravvicinata. A volte dico scherzosamente, ma non scherzo, sono stato a due elezioni. Li ho vinti entrambi e il secondo, ho vinto molto più grande del primo. Quasi 75 milioni di persone hanno votato per la nostra campagna, la maggior parte di qualsiasi presidente in carica di gran lunga nella storia del nostro paese, 12 milioni di persone in più rispetto a quattro anni fa. I veri sondaggisti mi hanno detto che abbiamo dei sondaggi veri. Sanno che avremmo fatto bene e avremmo vinto. Quello che mi è stato detto, se sono passato da 63 milioni, che avevamo quattro anni fa, a 66 milioni, non c’era possibilità di perdere. Beh, non siamo andati a 66. Siamo andati a 75 milioni e dicono che abbiamo perso. Non abbiamo perso.

Donald Trump: (06:08)

A proposito, qualcuno crede che Joe avesse 80 milioni di voti? Qualcuno ci crede? Aveva 80 milioni di voti dal computer. È una vergogna. Non c’è mai stato niente del genere. Potresti prendere paesi del terzo mondo. Dai un’occhiata, prendi i paesi del terzo mondo. Le loro elezioni sono più oneste di quello che abbiamo passato in questo paese. È una vergogna. È una vergogna. Anche quando guardi la notte scorsa, corrono tutti come galline con la testa tagliata da scatole. Nessuno sa cosa diavolo stia succedendo. Non c’è mai stato niente di simile. Non lasceremo che zittiscano le tue voci. Non lasceremo che accada. Non lascerò che accada.

Folla: (07:11)

Combatti per Trump! Combatti per Trump! Combatti per Trump!

Donald Trump: (07:11)

Grazie. Mi piacerebbe avere, se a quelle decine di migliaia di persone fosse consentito, l’esercito, i servizi segreti e vogliamo ringraziare te e le forze dell’ordine. Grande. Stai facendo un ottimo lavoro, ma mi piacerebbe se potessero essere autorizzati a venire qui con noi. È possibile? Puoi lasciarli salire, per favore? Rudy, hai fatto un ottimo lavoro. Ha fegato. Sai cosa? Ha fegato, a differenza di molte persone nel partito repubblicano. Ha fegato, combatte. Combatte e te lo dirò. Grazie mille, John. Lavoro fantastico. Ho guardato. È un atto difficile da seguire, quei due. John è uno degli avvocati più brillanti del paese, e ha guardato questo e ha detto: “Che vergogna assoluta, che questo potrebbe accadere alla nostra costituzione”. Ha guardato Mike Pence, e spero che Mike farà la cosa giusta.

Donald Trump: (08:09)

Lo spero. Lo spero perché se Mike Pence fa la cosa giusta, vinciamo le elezioni. Tutto quello che deve fare. Questo è del numero uno o sicuramente uno dei migliori avvocati costituzionali del nostro paese. Ha il diritto assoluto di farlo. Dobbiamo proteggere il nostro paese, sostenere il nostro paese, sostenere la nostra costituzione e proteggere la nostra costituzione. Gli Stati vogliono revote. Gli Stati Uniti sono stati frodati. Sono state fornite informazioni false. Lo hanno votato. Ora vogliono ricertificare. Lo rivogliono indietro. Tutto ciò che il vicepresidente Pence deve fare è rimandarlo negli Stati Uniti per ricertificare, e noi diventiamo presidente, e voi siete le persone più felici.

Donald Trump: (09:08)

Ho appena parlato con Mike. Ho detto: “Mike, non ci vuole coraggio. Ciò che richiede coraggio è non fare nulla. Ci vuole coraggio ”, e poi siamo bloccati con un presidente che ha perso di molto le elezioni, e dobbiamo conviverci per altri quattro anni. Semplicemente non lasceremo che accada. Molti di voi hanno viaggiato da tutta la nazione per essere qui, e voglio ringraziarvi per lo straordinario amore. Ecco cos’è. Non c’è mai stato un movimento come questo mai, mai per lo straordinario amore per questo fantastico paese e questo fantastico movimento. Grazie.

Folla: (09:44)

Amiamo Trump! Amiamo Trump! Amiamo Trump!

Donald Trump: (09:59)

A proposito, questo risale al passato del monumento a Washington. Ci credi? Guarda questo. Sfortunatamente, hanno dato alla stampa i primi posti. Non lo sopporto. No, ma guardi quello dietro. Vorrei che capovolgessero quelle telecamere e guardassero dietro di te. Questo è lo spettacolo più sorprendente. Quando commettono un errore, puoi vederlo in televisione. Incredibile, fantastico, fin dall’inizio. Non preoccuparti. Non toglieremo il nome dal monumento a Washington. Noi non. Annulla cultura. Volevano sbarazzarsi del Jefferson Memorial, o portarlo giù o semplicemente mettere qualcun altro lì dentro. Non credo che succederà. È dannatamente meglio di no. Anche se con questa amministrazione, se questo accade, potrebbe accadere. Vedrai accadere cose davvero brutte.

Donald Trump: (10:54)

A proposito, metteranno fuori combattimento anche Lincoln. Hanno demolito la sua statua, ma poi abbiamo firmato una piccola legge. Hai ferito i nostri monumenti, hai ferito i nostri eroi, sei andato in prigione per 10 anni e tutto si è fermato. L’hai notato? Si fermò. Tutto si è fermato. Potrebbero usare Rudy a New York City. Rudy, potrebbero usarti. La tua città andrà all’inferno. Vogliono Rudy Giuliani a New York. Avremo una versione un po ‘più giovane di Rudy. Va bene, Rudy?

Donald Trump: (11:25)

Siamo riuniti nel cuore del Campidoglio della nostra nazione per un motivo molto, molto basilare e semplice, per salvare la nostra democrazia. La maggior parte dei candidati la sera delle elezioni, e ovviamente questa cosa va avanti così a lungo, non hanno ancora idea di cosa siano i voti. Abbiamo ancora i seggi del Congresso in fase di revisione. Non ne hanno idea. Hanno perso totalmente il controllo. Hanno usato la pandemia come un modo per frodare le persone in una corretta elezione. Ma quando vedi questo e quando vedi cosa sta succedendo, numero uno, tutti dicono: “Signore, non lasceremo che accada di nuovo”. Ho detto: “Va bene, ma circa otto settimane fa?” Provano a farti andare. Dicono: “Signore, tra quattro anni, sei garantito”. Ho detto: “Non sono interessato in questo momento. Fammi un favore, torna indietro di otto settimane. Voglio tornare indietro di otto settimane. Torniamo indietro di otto settimane. ” Vogliamo tornare indietro, e vogliamo farlo bene perché avremo qualcuno lì dentro che non dovrebbe essere lì e il nostro paese sarà distrutto, e non lo sopporteremo.

Donald Trump: (12:34)

Per anni i Democratici se la sono cavata con frodi elettorali e repubblicani deboli, e questo è quello che sono. Ci sono così tanti repubblicani deboli. Ne abbiamo di grandi, Jim Jordan e alcuni di questi ragazzi. Sono là fuori a combattere contro la Camera. I ragazzi stanno combattendo, ma è incredibile. Molti repubblicani li ho aiutati a entrare. Li ho aiutati a essere eletti. Ho aiutato Mitch a farsi eleggere. Potrei nominarne 24, diciamo. Non ti annoierò, e poi all’improvviso avrai qualcosa del genere. È come, “Caspita, forse parlerò con il presidente qualche tempo dopo”. No, è fantastico. I repubblicani deboli, sono repubblicani patetici ed è quello che succede. Se questo fosse successo ai Democratici, ci sarebbe stato un inferno in tutto il paese. Ci sarebbe l’inferno in tutto il paese. Ma ricorda questo. Sei più forte, sei più intelligente. Hai più cose da fare di chiunque altro, e cercano di sminuire chiunque abbia a che fare con noi, e tu sei le persone reali. Sei le persone che hanno costruito questa nazione. Non siete le persone che hanno distrutto la nostra nazione.

Donald Trump: (13:45)

I repubblicani deboli, e basta. Ci credo davvero. Penso che userò il termine, i repubblicani deboli. Ne hai molti e molti fantastici, ma ne hai molti deboli. Hanno chiuso un occhio anche se i Democratici hanno promulgato politiche che hanno scalfito i nostri posti di lavoro, indebolito le nostre forze armate, spalancato i nostri confini e messo l’America per ultima. Hai visto l’altro giorno dove Joe Biden ha detto: “Voglio sbarazzarmi della prima politica americana”. Di cosa si tratta, sbarazzarsi di …? Come si dice: “Voglio sbarazzarmi prima dell’America?” Anche se hai intenzione di farlo, non parlarne. Incredibile, quello che dobbiamo affrontare, quello che dobbiamo affrontare e tu devi convincere la tua gente a combattere. Se non combattono, dobbiamo dare la priorità a quelli che non combattono. Li primari. Ti faremo sapere chi sono. Te lo posso già dire, francamente.

Donald Trump: (14:39)

Ma quest’anno, usando il pretesto del virus cinese e la truffa dei voti per corrispondenza, i democratici hanno tentato il furto elettorale più sfacciato e oltraggioso. Non c’è mai stato niente di simile. È un puro furto nella storia americana, lo sanno tutti. Quelle elezioni, la nostra elezione si è conclusa alle 10:00 di sera. Stiamo guidando Pennsylvania, Michigan, Georgia per centinaia di migliaia di voti, e poi la sera tardi o la mattina presto, boom, queste esplosioni e queste stronzate, e tutto ad un tratto. All’improvviso è iniziato a succedere.

Folla: (15:25)

[inudibile 00:15:25]

Donald Trump: (15:35)

Non dimenticare quando Romney è stato battuto. Romney. Chissà se ieri sera gli è piaciuto il volo? Ma quando Romney è stato picchiato, si alza in piedi come se fossi più tipico. Bene, vorrei congratularmi con il vincitore, il vincitore. Chi è stato il vincitore, Mitt? Vorrei congratularmi. Non vanno a guardare i fatti. Adesso non lo so. Probabilmente è stato massacrato, forse andava bene. Forse è quello che è successo. Ma guardiamo ai fatti e la nostra conferenza è stata così corrotta che nella storia di questo paese, non abbiamo mai visto niente di simile. Puoi tornare indietro. L’America è benedetta dalle elezioni in tutto il mondo. Parlano delle nostre elezioni. Sai cosa dice il mondo di noi adesso? Hanno detto che non abbiamo elezioni libere ed eque e sai cos’altro? Non abbiamo una stampa libera ed equa.

Donald Trump: (16:25)

I nostri media non sono gratuiti. Non è giusto. Sopprime il pensiero. Sopprime la parola ed è diventato il nemico del popolo. È diventato il nemico del popolo. È il problema più grande che abbiamo in questo paese. Nessun paese del terzo mondo tenterebbe nemmeno di fare ciò che li abbiamo sorpresi a fare e ne sentirai parlare in pochi minuti. I repubblicani combattono costantemente come un pugile con le mani legate dietro la schiena. È come un pugile e vogliamo essere così gentili. Vogliamo essere così rispettosi di tutti, comprese le persone cattive. Dovremo combattere molto più duramente e Mike Pence dovrà affrontare per noi. Se non lo farà, sarà un giorno triste per il nostro paese perché hai giurato di sostenere la nostra costituzione. Ora spetta al Congresso affrontare questo grave assalto alla nostra democrazia. Dopo questo, scendiamo e io sarò lì con te. Stiamo andando a scendere. Cammineremo con chiunque tu voglia, ma penso proprio qui. Andremo a piedi in Campidoglio e faremo il tifo per i nostri coraggiosi senatori, membri del Congresso e donne. Probabilmente non tiferemo così tanto per alcuni di loro perché non riprenderai mai il nostro paese con debolezza. Devi mostrare forza e devi essere forte.

Donald Trump: (18:16)

Siamo giunti a chiedere al Congresso di fare la cosa giusta e di contare solo gli elettori che sono stati legalmente iscritti, legalmente iscritti. So che presto tutti qui marceranno verso il Campidoglio per far sentire pacificamente e patriotticamente le vostre voci. Oggi vedremo se i repubblicani sono forti per l’integrità delle nostre elezioni, ma se sono forti o meno per il nostro paese, il nostro paese. Il nostro Paese è sotto assedio da molto tempo, molto più a lungo di questo periodo di quattro anni. L’abbiamo impostato su una rotta molto più dritta, molto … pensavo altri quattro anni. Ho pensato che sarebbe stato facile. Abbiamo creato-

Donald Trump: (19:03)

Altri quattro anni, ho pensato che sarebbe stato facile. Abbiamo creato la più grande economia della storia. Abbiamo ricostruito il nostro esercito. Ti procuriamo i più grandi tagli fiscali della storia. Ti abbiamo procurato i maggiori tagli alle normative. Nessun presidente, che siano quattro, otto anni o in un caso di più, si è avvicinato ai tagli regolamentari. Ci volevano 20 anni per ottenere l’approvazione di un’autostrada. ora siamo scesi a due. Voglio ridurlo a uno, ma siamo a due. E potrebbe essere rifiutato per motivi ambientali o di sicurezza, ma l’abbiamo eliminato. Abbiamo creato Space Force. Guarda cosa abbiamo fatto. Il nostro esercito è stato completamente ricostruito. Quindi creiamo Space Force, che di per sé è un risultato importante per un’amministrazione. E con noi è una delle tante cose diverse.

Donald Trump: (19:52)

Diritto di provare. Tutti sanno che è giusto provare. Abbiamo fatto cose che nessuno pensava fossero possibili. Ci siamo presi cura dei nostri veterinari. I nostri veterinari, il VA ora ha il punteggio più alto, 91%, il punteggio più alto che ha avuto dall’inizio, il 91% di approvazione. Guardi sempre il VA, quando era in televisione. Ogni notte la gente vive in maniera orribile, orribile. Ce l’abbiamo fatta. Abbiamo fatto la responsabilità. Abbiamo capito che ora in Virginia non devi aspettare quattro settimane, sei settimane, otto settimane, quattro mesi per vedere un dottore. Se non riesci a trovare un dottore, esci fuori, chiami il dottore, li fai curare. E paghiamo il dottore. E non solo abbiamo reso la vita meravigliosa per così tante persone, abbiamo risparmiato enormi quantità di denaro, molto secondariamente, ma abbiamo risparmiato molti soldi.

Donald Trump: (20:49)

E ora abbiamo il diritto di licenziare i cattivi in ​​Virginia. Avevamo 9000 persone che trattavano i nostri veterani in modo orribile. In prima serata, non avrebbero trattato male i nostri veterani. Ma hanno trattato i nostri veterani in modo orribile. E abbiamo quello che viene chiamato VA Accountability Act. E la responsabilità dice che se vediamo qualcuno lì dentro che non tratta bene i nostri veterinari, o ruba, rapina, fa le cose male. Diciamo: “Joe, sei licenziato. Vai fuori di qui.” Prima che tu non potessi farlo. Non potevi farlo prima.

Donald Trump: (21:24)

Quindi ci siamo presi cura delle cose. Abbiamo fatto cose che nessuno avrebbe mai pensato possibile. E questo è uno dei motivi per cui non piacciamo a molte persone, perché abbiamo fatto troppo, ma lo abbiamo fatto velocemente. E stavamo per sederci a casa e guardare una grande vittoria. E tutti ci hanno convinto per una vittoria. Sarebbe stato fantastico. E ora siamo qui fuori a combattere. Ho detto a qualcuno, stavo per prendermi qualche giorno e rilassarmi dopo la nostra grande vittoria elettorale. Alle dieci era finita. Ma stavo per prendere alcuni giorni.

Donald Trump: (21:52)

E posso dire questo, dalla nostra elezione, credo, che è stata una catastrofe quando guardo e anche questi ragazzi sapevano cosa è successo, sanno cosa è successo. Dicono: “Wow, la Pennsylvania è insormontabile. Wow, Wisconsin, guarda i grandi lead che abbiamo avuto. ” Anche se la stampa ha detto che avremmo perso il Wisconsin di 17 punti. Anche se la stampa ha detto che l’Ohio sarà vicino, abbiamo stabilito un record. La Florida sarà vicina, abbiamo stabilito un record. Il Texas sarà vicino. Il Texas sarà vicino, abbiamo stabilito un record. E abbiamo stabilito un record con gli ispanici, con la comunità nera. Abbiamo stabilito un record con tutti.

Donald Trump: (22:36)

Oggi, però, assistiamo a un evento molto importante, perché proprio lì, proprio lì, vediamo l’evento che avrà luogo. E starò a guardare, perché la storia verrà fatta. Vedremo se abbiamo leader grandi e coraggiosi o se abbiamo leader che dovrebbero vergognarsi di se stessi nel corso della storia, per tutta l’eternità, si vergogneranno. E tu sai cosa? Se fanno la cosa sbagliata, non dovremmo mai dimenticare che l’hanno fatto. Non dimenticare mai. Non dovremmo mai dimenticare. Con solo tre dei sette stati in questione, vinciamo la presidenza degli Stati Uniti.

Donald Trump: (23:21)

E a proposito, è molto più importante oggi di quanto non fosse 24 ore fa. Perché ho parlato con David Perdue, che persona fantastica, e Kelly Loeffler, due persone fantastiche, ma era una messa a punto. E ho detto: “Non abbiamo più retrovie”. L’unica linea di fondo, l’unica linea di demarcazione, l’unica linea che abbiamo è il veto del presidente degli Stati Uniti. Quindi questo è quello che stiamo facendo adesso, un’elezione molto più importante di due giorni fa.

Donald Trump: (23:59)

Voglio ringraziare gli oltre 140 membri della Camera. Quelli sono guerrieri. Sono laggiù che lavorano come non hai mai visto prima, studiano, parlano, in realtà tornano indietro, studiano le radici della Costituzione, perché sanno che abbiamo il diritto di inviare un voto negativo ottenuto illegalmente, loro hanno dato a queste persone cose cattive da votare e hanno votato, perché cosa sapevano? E poi, quando lo scoprirono, poche settimane dopo … Ancora una volta, ci vollero quattro anni per ideare la storia. E l’unica persona infelice negli Stati Uniti, single più infelice, è Hillary Clinton perché ha detto: “Perché non hai fatto questo per me quattro anni fa? Perché non l’hai fatto per me quattro anni fa? Cambia i voti! 10.000 nel Michigan. Avresti potuto cambiare tutto! ” Ma non è troppo felice. Ti accorgi che non la vedi più. Quello che è successo? Dov’è Hillary? Dov’è lei?

Donald Trump: (24:57)

Ma voglio ringraziare tutti quei membri del Congresso e quelle donne. Voglio anche ringraziare i nostri 13 membri più coraggiosi del Senato degli Stati Uniti, il senatore Ted Cruz, il senatore Ron Johnson, il senatore Shadowless, Kelly Loeffler. E Kelly Loeffler, te lo dico io, è stata fantastica. Lavora così duramente. Quindi diamo a lei e David una piccola testa speciale, perché è stata truccata contro di loro. Diamo a lei e David. Kelly Loeffler, David Perdue. Hanno combattuto una bella gara. Non hanno mai avuto una possibilità. Quell’attrezzatura non avrebbe mai dovuto essere usata, e stavo dicendo a queste persone di non permettere loro di usare questa roba. Marsha Blackburn, persona fantastica. Mike Braun, Indiana. Disinvestito, bravo ragazzo. Bill Hagerty, John Kennedy, James Lankford, Cynthia Lummis. Tommy Tuberville, all’allenatore. E Roger Marshall. Vogliamo ringraziarli, senatori che si sono fatti avanti, vogliamo ringraziarli.

Donald Trump: (26:04)

In realtà penso che ci voglia, ancora una volta, più coraggio per non farsi avanti. E penso che molte di quelle persone lo scopriranno, ed è meglio che inizi a guardare alla tua leadership perché la leadership ti ha portato giù per i tubi. “Non vogliamo dare $ 2000 alle persone. Vogliamo dare loro $ 600 “. Oh grande. Come funziona politicamente? Piuttosto buono? E questo non ha niente a che fare con la politica. Ma come gioca politicamente? La Cina ha distrutto queste persone. Non abbiamo distrutto. La Cina li ha distrutti, completamente distrutti. Vogliamo dare loro $ 600 e semplicemente non cambierebbero. Ho detto: “Dai loro $ 2000. Lo rimborseremo. Lo rimborseremo velocemente. Devi già 26 trilioni. Dagli un paio di dollari. Lasciali vivere. Dagli un paio di dollari! ”

Donald Trump: (26:57)

E alcune delle persone qui non sono d’accordo con me su questo. Ma io dico solo, guarda, devi lasciare che le persone vivano. E come funziona però? Ok, numero uno, è la cosa giusta da fare. Ma come funziona politicamente? Penso che sia la ragione principale, una delle ragioni principali, l’altra era solo un puro imbroglio. Questa era la ragione principale. Ma non puoi farlo. Devi usare la tua testa.

Donald Trump: (27:19)

Come sapete, i media hanno costantemente affermato la scandalosa menzogna secondo cui non c’erano prove di frodi diffuse. Hai mai visto queste persone? “Anche se non ci sono prove di frode …” Oh, davvero? Bene, vi leggerò le pagine. Spero che non ti annoi ad ascoltarlo. Promettere? Non annoiarti ad ascoltarlo, tutte quelle centinaia di migliaia di persone là dietro. Spostali su, per favore. Si. Tutte queste persone non si annoiano. Non arrabbiarti con me perché ti annoierai perché è così tanto. Il popolo americano non crede più alle fake news corrotte. Hanno rovinato la loro reputazione.

Donald Trump: (27:57)

Ma una volta litigavano con me, io combattevo. Quindi combatterei, combatterebbero. Combatterei, combatterei. Boop-boop. Mi crederesti, gli crederesti. Qualcuno esce. Avevano il loro punto di vista, io avevo il mio punto di vista. Ma avresti una discussione. Ora quello che fanno è tacere. Si chiama soppressione. Ed è quello che succede in un paese comunista. È quello che fanno. Sopprimono. Non combatti più con loro, a meno che non sia un male. Hanno una piccola brutta storia su di me, la peggioreranno 10 volte ed è un titolo importante. Ma Hunter Biden, non parlano di lui. Cosa è successo a Hunter? Dov’è Hunter? Dov’è Hunter? Non parlano di lui.

Donald Trump: (28:34)

Ora guarda che tutti i set si spengono. Beh, non possono farlo perché ottengono buoni voti. Le valutazioni sono troppo buone. Dov’è Hunter? E come mai a Joe è stato permesso di dare un miliardo di dollari per sbarazzarsi del pubblico ministero in Ucraina? Come succede? Ti farei questa domanda. Come succede? Riesci a immaginare se lo dicessi? Se dicessi che sarebbe una partita completamente diversa. E come mai Hunter ottiene tre milioni e mezzo di dollari dalla moglie del sindaco di Mosca, e ottiene centinaia di migliaia di dollari per sedersi su un consiglio di amministrazione anche se ammette di non avere alcuna conoscenza di energia e milioni di dollari in anticipo, e come mai entrano in Cina e se ne vanno con miliardi di dollari da gestire? “Hai gestito denaro prima?” “No, non l’ho fatto.” “Oh questo è un bene. Eccone circa 3 miliardi. ”

Donald Trump: (29:29)

No, non ne parlano. No, abbiamo un media corrotto. Sono diventati silenziosi. Sono morti. Ora mi rendo conto di quanto fosse bello tornare indietro di 10 anni. Mi sono reso conto di quanto bravo, anche se non lo amavo necessariamente, ho capito quanto fosse bello come un movimento di purificazione. Ma non lo abbiamo più. Non abbiamo più un media equo. È soppressione e devi stare molto attento con questo. E hanno perso tutta la credibilità in questo paese. Non ci lasceremo intimidire nell’accettare le bufale e le bugie a cui siamo stati costretti a credere nelle ultime settimane. Abbiamo accumulato prove schiaccianti su una falsa elezione. Questa è l’elezione presidenziale. La scorsa notte è andata un po ‘meglio a causa del fatto che avevamo molti occhi che osservavano uno stato specifico, ma hanno comunque imbrogliato a morte.

Donald Trump: (30:27)

Hai uno dei governatori più stupidi degli Stati Uniti. E quando l’ho appoggiato, non conoscevo questo ragazzo. Su richiesta di David Perdue. Ha detto: “Un mio amico è in corsa per il governatore, come si chiama”. E tu sai il resto. Era al quarto posto, al quinto posto. Non lo so. Era così … Stava andando male. L’ho approvato. È andato come un razzo e ha vinto. E poi ho dovuto battere Stacey Abrams con questo ragazzo, Brian Kemp. Ho dovuto battere Stacey Abrams e ho dovuto battere Oprah, una mia amica. Ero al suo ultimo spettacolo. La sua ultima settimana ha scelto le cinque persone eccezionali. Non credo che lo pensi più. Una volta che mi sono candidato alla presidenza, non ho notato che c’erano troppe chiamate in arrivo da Oprah. Che tu ci creda o no, le piacevo, ma ero una delle cinque persone eccezionali.

Donald Trump: (31:17)

E ho fatto una campagna contro Michelle Obama e Barack Hussein Obama contro Stacey. E avevo Brian Kemp, pesa 130 libbre. Ha detto che ha giocato in linea offensiva nel calcio. Sto cercando di capirlo. Sto ancora cercando di capirlo. Ha detto che l’altra sera, “Ero un guardalinee offensivo”. Sto dicendo: “Davvero? Deve essere stata una squadra davvero piccola. ” Ma guardo quello e guardo quello che è successo, e si è rivelato un disastro. Questa roba accade.

Donald Trump: (31:50)

Senti, non sono contento della Corte Suprema. Amano governare contro di me. Ho scelto tre persone. Ho combattuto come un inferno per loro, uno in particolare ho combattuto. Tutti dissero: “Signore, liberalo. Ci sta uccidendo. ” I senatori, senatori molto leali. Sono persone molto leali. “Signore, liberatelo. Ci sta uccidendo, signore. Liberatelo, signore. ” Devo aver preso la metà dei senatori. Ho detto: “No, non posso farlo. È ingiusto con lui. Ed è ingiusto nei confronti della famiglia. Non ha fatto niente di male. Sono storie inventate. ” Erano tutte storie inventate. Non ha fatto niente di male. “Liberatelo, signore.” Ho detto: “No, non lo farò”. L’abbiamo fatto passare. E tu sai cosa? Non potevano fregarsene. Non potevano fregarsene. Lascia che governino nel modo giusto, ma sembra quasi che stiano tutti facendo di tutto per ferirci tutti e per ferire il nostro paese. Per ferire il nostro paese.

Donald Trump: (32:40)

Recentemente ho letto un articolo su uno dei giornali su come controllo i tre giudici della Corte Suprema. Li controllo io. Sono burattini. L’ho letto di Bill Barr, che è il mio avvocato personale. Che farà qualsiasi cosa per me. E ho detto: “È davvero geniale”, perché quello che fanno è quello, e rende davvero impossibile per loro darti una vittoria, perché all’improvviso Bill Barr è cambiato, se non l’avessi notato. Mi piace Bill Barr, ma è cambiato, perché non voleva essere considerato il mio avvocato personale. E la Corte Suprema si pronunciano contro di me così tanto. Tu sai perché? Perché la storia è che non ho parlato con nessuno di loro, nessuno di loro, dal momento che praticamente sono entrati. Ma la storia è che sono il mio burattino. Che sono burattini. E ora che è l’unico modo per uscirne, perché lo odiano, non va bene sul circuito sociale. E l’unico modo per uscirne è governare contro Trump. Quindi governiamo contro Trump, e lo fanno. Quindi voglio congratularmi con loro.

Donald Trump: (33:41)

Ma ti mostra il genio dei media. In effetti, probabilmente, se fossi un media, lo farei allo stesso modo. Odio dirlo. Ma dobbiamo metterli a posto. Oggi, per il bene della nostra democrazia, per il bene della nostra Costituzione e per il bene dei nostri figli, esponiamo il caso affinché il mondo intero possa ascoltare. Lo vuoi sentire?

Folla: (34:04)

Sì!

Donald Trump: (34:06)

In ogni singolo stato altalenante, funzionari locali, funzionari statali, quasi tutti i Democratici hanno apportato modifiche illegali e incostituzionali alle procedure elettorali senza le approvazioni obbligatorie dei legislatori statali, che hanno aperto la strada a frodi su una scala mai vista prima. E penso che se lo dico faremmo molta strada fuori dal nostro paese.

Donald Trump: (34:34)

Quindi, in poche parole, non è possibile modificare il voto per un’elezione federale a meno che il legislatore statale non lo approvi. Nessun giudice può farlo. Nessuno può farlo, solo un legislatore. Quindi, ad esempio in Pennsylvania o altro, hai una legislatura repubblicana, hai un sindaco democratico e hai molti democratici dappertutto. Vanno al legislatore, il legislatore ride di loro. Dice: “Non lo faremo”. Dicono: “Grazie mille”. E vanno e apportano le modifiche da soli. Lo fanno comunque. E questo è totalmente illegale. È totalmente illegale. Non puoi farlo.

Donald Trump: (35:13)

In Pennsylvania, il Segretario di Stato democratico e i giudici della Corte suprema dello Stato democratico hanno abolito illegalmente i requisiti di verifica della firma solo 11 giorni prima delle elezioni. Quindi pensa a quello che hanno fatto. Non c’è più la verifica della firma. Oh, va bene. Vogliamo l’ID degli elettori, comunque. Ma non è più la loro firma di verifica, 11 giorni prima delle elezioni! Dicono: “Non lo vogliamo”. Sai perché non lo vogliono? Perché vogliono imbrogliare. Questa è l’unica ragione. Chi ci penserebbe nemmeno? Non vogliamo verificare una firma? In Pennsylvania sono state contate più di 205.000 schede. Ora pensa a questo. Hai avuto 205.000 schede in più rispetto agli elettori. Significa che ne avevi 200 … Da dove vengono? Sai da dove vengono? L’immaginazione di qualcuno. Qualunque cosa di cui avevano bisogno. Quindi in Pennsylvania avevate 205.000 voti in più rispetto agli elettori! Ed è il numero in realtà molto più grande di quello ora. Era una settimana fa. E questa è un’impossibilità matematica, a meno che tu non voglia dire che è una frode totale. Così la Pennsylvania è stata truffata.

Donald Trump: (36:35)

Oltre 8000 schede in Pennsylvania sono state espresse da persone i cui nomi e date di nascita corrispondono a persone morte nel 2020 e prima delle elezioni. Pensa a questo. Persone morte! Molte persone morte, migliaia. E alcune persone morte hanno effettivamente richiesto una domanda. Questo mi dà ancora più fastidio. Non solo votano, vogliono che un’applicazione voti. Uno di loro è morto 29 anni fa. È incredibile.

Donald Trump: (37:05)

Oltre 14.000 voti sono stati espressi da elettori fuori dallo stato. Quindi questi sono elettori che non vivono nello stato. E a proposito, questi numeri sono ciò che chiamano determinante del risultato. Significa che questi numeri superano di gran lunga … Ho perso un po ‘. Questi numeri sono enormi. Massiccio. Più di 10.000 voti in Pennsylvania sono stati contati illegalmente, anche se sono stati ricevuti dopo il giorno delle elezioni. In altre parole, “Sono stati ricevuti dopo il giorno delle elezioni, contiamoli comunque!” E quello che hanno fatto in molti casi è che hanno fatto delle frodi. Hanno preso la data e l’hanno spostata indietro, in modo che non sia più dopo il giorno delle elezioni. E più di 60.000 voti in Pennsylvania sono stati segnalati come ricevuti indietro. Sono tornati prima di essere mai presumibilmente spediti. In altre parole, hai riavuto la scheda elettorale prima di spedirla!

Donald Trump: (38:03)

… presumibilmente sono stati spediti per posta, in altre parole, hai ricevuto la scheda elettorale prima di spedirla, il che è anche logisticamente e logisticamente impossibile. Pensa a quello. Hai riavuto il voto. Mandiamo le schede. Oh, sono già stati inviati. Ma abbiamo riavuto la scheda elettorale prima che venissero inviate. Non penso che sia troppo bello.

Donald Trump: (38:23)

Venticinquemila schede in Pennsylvania sono state richieste dai residenti delle case di cura, tutte in un unico lotto gigante, non legale. Indica un’enorme operazione di raccolta delle schede elettorali illegali. Non ti è permesso farlo. È contro la legge. Il giorno prima delle elezioni, lo Stato della Pennsylvania ha comunicato il numero di schede assenti che erano state inviate. Eppure questo numero è stato improvvisamente e drasticamente aumentato di 400.000 persone. È stato aumentato. Nessuno sa da dove provenga per 400.000 schede. Un giorno dopo le elezioni, rimane totalmente inspiegabile. Hanno detto: “Beh, non possiamo immaginarlo”. Questo è molte, molte volte quello che ci vorrebbe per rovesciare lo stato. Solo quell’elemento. 400.000 schede sono apparse dal nulla, subito dopo le elezioni.

Donald Trump: (39:16)

A proposito, la Pennsylvania ora ha visto tutto questo. Non lo sapevano perché era così veloce. Hanno votato, hanno votato, ma ora vedono tutta questa roba. È tutto venuto alla luce. Non succede così velocemente. E vogliono certificare nuovamente i loro voti. Vogliono certificare nuovamente. Ma l’unico modo che può accadere è se Mike Pence accetta di rimandarlo indietro.

Donald Trump: (39:43)

Mike Pence deve accettare di rimandarlo indietro. E molte persone al Congresso vogliono che venga rimandato indietro e si prendono ciò che stai facendo. Diciamo che non lo fai. Qualcuno dice: “Bene, dobbiamo obbedire alla costituzione”. E lo sei, perché stai proteggendo il nostro paese e stai proteggendo la costituzione, quindi lo sei. Ma pensa a cosa succede. Diciamo che sono rigidi e sono persone stupide. E dicono: “Beh, non abbiamo davvero scelta”. Anche se la Pennsylvania e altri stati vogliono rifare i voti, vogliono vedere i numeri. Hanno già i numeri. Va molto velocemente e vogliono rifare la loro legislatura perché molti di questi voti sono stati presi come ho detto, perché non sono stati approvati dalla loro legislatura. Questo di per sé è illegale e poi hai la truffa e questo è tutto ciò di cui stiamo parlando. Ma pensa a questo: se non lo fai, significa che avrai un presidente degli Stati Uniti per quattro anni, con il suo meraviglioso figlio.

Donald Trump: (40:50)

Avrai un presidente che ha perso tutti questi stati, o avrai un presidente, per dirla in un altro modo, che è stato votato da un gruppo di stupidi che hanno perso tutte queste cose. Avrai un presidente illegittimo, ecco cosa avrai. E non possiamo lasciare che accada. Questi sono i fatti che non sentirai dai media di notizie false. Fa tutto parte dello sforzo di soppressione. Non vogliono parlarne. Non vogliono parlarne. In effetti, quando ho iniziato a parlarne, ti garantisco che molti televisori e molte di quelle telecamere si sono spente ed è così che molte telecamere là dietro. Ma molti di loro sono andati fuori, ma queste sono cose di cui non senti parlare. Non senti quello che hai appena sentito. E esaminerò alcuni altri stati. Ma non lo senti dalle persone che vogliono ingannarti e demoralizzarti e controllarti, big tech, media.

Donald Trump: (41:48)

Proprio come i sondaggi di soppressione che dicevano, perderemo il Wisconsin di 17 punti, beh, abbiamo vinto il Wisconsin. Non hanno così perché perdono solo per un piccolo frammento. Ma il giorno prima del sondaggio del Washington Post, ABC, mi hanno fatto scendere di 17 punti. Ho chiamato un vero sondaggista. Ho detto: “Che cos’è?” “Signore, questo è chiamato sondaggio di soppressione. Penso che vincerai nel Wisconsin, signore. ” Ho detto: “Ma perché fanno quattro o cinque punti?” “Perché poi la gente vota. Ma quando hai meno di 17 anni, dicono: ‘Ehi, non sprecherò il mio tempo. Amo il presidente, ma non c’è modo. ‘”Nonostante ciò, abbiamo vinto il Wisconsin, vedrai. Ma si chiama soppressione perché molte persone, quando lo vedono, è molto interessante. Questo sondaggista ha detto: “Signore, se sei sotto di tre, quattro o cinque persone votano. Quando scendi 17, dicono: “Salviamo, andiamo a cena e guardiamo la sconfitta presidenziale stasera in televisione, tesoro”.

Donald Trump: (42:49)

E proprio come la sinistra radicale cerca di metterti nella lista nera sui social media, ogni volta che metto un tweet, anche se è totalmente corretto, totalmente corretto. Ottengo una bandiera. Ottengo una bandiera. E inoltre non ti lasciano uscire. Su Twitter è molto difficile accedere al mio account. È molto difficile far uscire un messaggio. Non lasciano che il messaggio venga diffuso come dovrebbero, ma molte persone hanno detto: “Non riesco ad accedere al tuo Twitter”. Non mi interessa Twitter. Twitter è una cattiva notizia. Sono tutte brutte notizie. Ma sai cosa? Se vuoi uscire dal messaggio. E se vuoi passare attraverso la grande tecnologia, i social media, lo sono davvero, se sei un conservatore, se sei un repubblicano, se hai una grande voce, immagino che lo chiamino divieto ombra. Divieto di ombra. Ti mettono al bando e dovrebbe essere illegale. Ho detto a questi repubblicani di sbarazzarsi della Sezione 230.

Donald Trump: (43:47)

E per qualche ragione, Mitch e il gruppo, non vogliono metterlo lì. E non si rendono conto che quella sarà la fine del partito repubblicano come lo conosciamo, ma non sarà mai la fine per noi, mai. Lasciali uscire. Lascia che i deboli escano. Questo è un momento di forza. Vogliono anche indottrinare i tuoi figli a scuola insegnando loro cose che non sono così. Vogliono indottrinare i tuoi figli. Fa tutto parte dell’assalto globale alla nostra democrazia e al popolo americano alzarsi finalmente in piedi e dire: “No.” Questa folla ne è di nuovo una testimonianza. Non ho fatto pubblicità. Non ho fatto niente. Hai alcuni gruppi che sono grandi sostenitori. Voglio ringraziare Amy e tutti, abbiamo dei sostenitori incredibili, incredibili, ma non abbiamo fatto nulla. È appena successo.

Donald Trump: (44:39)

Due mesi fa, abbiamo avuto una folla enorme a Washington. Ho detto: “A cosa servono”. “Signore, sono lì per te.” Non abbiamo niente a che fare con questo. Questi gruppi si stanno formando in tutti gli Stati Uniti. E dobbiamo ricordare, tra un anno da adesso, inizierai a lavorare al Congresso. E dobbiamo sbarazzarci dei deboli membri del Congresso, quelli che non sono bravi, le Liz Cheney del mondo, dobbiamo sbarazzarci di loro. Dobbiamo sbarazzarci di loro. Non vuole mai che un soldato venga portato a casa. Ho portato a casa molti dei nostri soldati. Non lo so, ad alcuni piace. Sono in paesi di cui nessuno conosce nemmeno il nome. Nessuno sa dove siano. Stanno morendo. Sono fantastici, ma stanno morendo. Stanno perdendo le braccia, le gambe, la faccia. Li ho riportati a casa, in gran parte a casa, in Afghanistan, in Iraq. Ricorda che ai vecchi tempi dicevo: “Non andare in Iraq. Ma se entri, tieni l’olio. ” Non abbiamo tenuto l’olio. Così stupido. Così stupide, queste persone. E l’Iraq ha miliardi e miliardi di dollari ora in banca. E cosa abbiamo fatto? Non otteniamo niente. Non ci arriviamo mai. Ma in realtà lo facciamo, abbiamo tenuto l’olio qui. Abbiamo fatto bene. Ci siamo sbarazzati del califfato dell’ISIS. Ci siamo sbarazzati di molte cose diverse che tutti sanno e della ricostruzione del nostro esercito in tre anni, la gente diceva che non poteva essere fatto. Ed era tutto made in USA, tutto made in USA. La migliore attrezzatura al mondo. In Wisconsin, le città corrotte dei Democratici hanno schierato più di 500 cassette postali illegali senza pilota e non protette, che hanno raccolto un minimo di 91.000 voti illegali. Era sottile come un rasoio la perdita. Questa sola cosa è molto più di quanto avremmo bisogno, ma ci sono molte cose.

Donald Trump: (46:29)

Hanno questi armadietti, li raccolgono e scompaiono per due giorni. La gente diceva: “Dov’è quella scatola?” Sono scomparsi. Nessuno sapeva nemmeno dove diavolo fosse. Inoltre, in Wisconsin sono stati contati oltre 170.000 voti per assente senza una domanda di voto per assente valida. Quindi avevano un voto, ma non avevano domanda. E questo è illegale in Wisconsin. Significa che quei voti sono stati palesemente fatti in opposizione alla legge statale. E provenivano al 100% dalle aree democratiche, come Milwaukee e Madison, al 100%. A Madison, 17.000 voti sono stati depositati nelle cosiddette cassette umane. Sai cos’è, vero? Dove gli agenti infilano migliaia di schede non garantite in sacche da viaggio sulle panchine di un parco in tutta la città, sfidando completamente le lettere di cessazione e di rinuncia del legislatore statale. Il legislatore statale ha detto: “Non farlo”. Sono gli unici che potrebbero approvarlo. Hanno dato decine di migliaia di voti.

Donald Trump: (47:37)

Sono entrati in sacche da viaggio. Da dove diavolo vengono? Secondo testimonianze oculari, anche gli addetti ai servizi postali del Wisconsin sono stati incaricati di retrodatare illegalmente circa 100.000 schede. Il margine di differenza in Wisconsin era inferiore a 20.000 voti. Ognuna di queste cose da sola ci vince lo Stato. Grande stato, amiamo lo stato, abbiamo vinto lo stato. In Georgia, il tuo segretario di stato, non posso credere che questo ragazzo sia repubblicano. Ama registrare le conversazioni telefoniche. Personalmente ho pensato che fosse un’ottima conversazione, così tante altre persone … la gente ama quella conversazione, perché dice cosa sta succedendo. Queste persone sono storte. Sono al 100% secondo me, uno dei più corrotti. Tra il tuo governatore e il tuo segretario di stato. E ora ce l’hai di nuovo ieri sera, dai un’occhiata a quello che è successo, che casino e gli agenti del partito Democratico hanno stipulato un accordo transattivo illegale e incostituzionale che ha drasticamente indebolito la verifica delle firme e altre procedure di sicurezza elettorale.

Donald Trump: (48:53)

Stacey Abrams, li ha portati a pranzo e io l’ho picchiata due anni fa con un cattivo candidato, Brian Kemp. Ma i democratici hanno portato i repubblicani a pranzo perché il segretario di stato non aveva la più pallida idea di cosa diavolo stesse succedendo, a meno che non ne avesse la minima idea. Interessante. Forse era dall’altra parte, ma abbiamo cercato di ottenere le verifiche delle firme nella contea di Fulton. Non ce lo lasceranno fare. L’unico motivo per cui non lo faranno è perché troveremo cose a centinaia di migliaia. Perché non ci hanno permesso di verificare le firme e la contea di Fulton? Che è noto per essere molto corrotto. Non lo faranno. Vanno in qualche altra contea dove vivresti. Ho detto: “Non è questo il problema. Il problema è Fulton County “. Casa di Stacey Abrams. Ha fatto un buon lavoro. Mi congratulo con lei, ma è stato fatto in modo tale che non possiamo lasciare che queste cose accadano.

Donald Trump: (49:53)

Non avremo un paese in cui succeda. Di conseguenza, il tasso di rifiuto delle schede elettorali assente della Georgia è stato più di 10 volte inferiore rispetto ai livelli precedenti, perché i criteri erano così diversi, 48 contee in Georgia con migliaia e migliaia di voti hanno rifiutato zero schede. Non c’è stato uno scrutinio. In altre parole, in un anno in cui sono state inviate più votazioni per corrispondenza che mai e più persone hanno votato per posta per la prima volta, il tasso di rifiuto è stato drasticamente inferiore a quello che era mai stato prima. L’unico modo in cui questo può essere spiegato è che se decine di migliaia di voti illegittimi fossero aggiunti al conteggio, questo è l’unico modo in cui potresti spiegarlo. A proposito, stai parlando di decine di migliaia. Se la Georgia si fosse limitata a rifiutare lo stesso numero di schede illegali, come in altri anni, avrebbero dovuto essere respinte circa 45.000 schede, molto più di quanto ci serviva per vincere, poco più di 11.000.

Donald Trump: (50:59)

Dovrebbero trovare quei voti. Dovrebbero assolutamente scoprire che poco più di 11.000 voti, è tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Ci hanno truffato per una vittoria in Georgia e non lo dimenticheremo. C’è solo una ragione per cui i Democratici potrebbero voler eliminare la corrispondenza delle firme, opporsi all’ID degli elettori e interrompere la conferma della cittadinanza. Sei in cittadinanza? Non ti è permesso fare questa domanda. Perché vogliono rubare le elezioni. La sinistra radicale sa esattamente cosa sta facendo. Sono spietati ed è ora che qualcuno faccia qualcosa al riguardo. E Mike Pence, spero che ti schiererai per il bene della nostra costituzione e per il bene del nostro paese. E se non lo sei, sarò molto deluso da te. Te lo dico subito. Non sto ascoltando belle storie. Nella contea di Fulton, gli osservatori del sondaggio repubblicano sono stati respinti in alcuni casi, fisicamente dalla stanza con la falsa pretesa di uno scoppio di tubo.

Donald Trump: (52:03)

Scoppio principale dell’acqua, se ne vanno tutti. Che ora sappiamo era una bugia totale. Poi i funzionari elettorali tirano fuori scatole, democratici e valigie di schede elettorali da sotto un tavolo. L’avete visto tutti in televisione, totalmente fraudolento. E li ha scansionati illegalmente per quasi due ore senza supervisione. Decine di migliaia di voti, in quanto ciò ha coinciso con una misteriosa discarica di voti fino a 100.000 voti per Joe Biden, quasi nessuno per Trump. Oh, sembra giusto. Era l’1: 34 AM. Il segretario di stato della Georgia e patetico governatore della Georgia … anche se dice, sono un grande presidente. Forse devo cambiare. L’altro giorno ha detto: “Sì, non sono d’accordo con il presidente, ma è stato un grande presidente”. Oh bene. Grazie. Grazie mille. A causa sua e di altri. Brian Kemp, votalo fuori ufficio, per favore.

Donald Trump: (53:05)

Bene, i suoi tassi sono così bassi, il suo indice di approvazione ora, penso che abbia appena raggiunto un minimo storico. Hanno respinto cinque appelli separati per una verifica indipendente e completa delle firme nella contea di Fulton. Anche senza un controllo, il numero di schede fraudolente che abbiamo identificato in tutto lo stato è sbalorditivo. Oltre 10.300 schede elettorali in Georgia sono state espresse da individui i cui nomi e date di nascita corrispondono ai residenti in Georgia che sono morti nel 2020 e prima delle elezioni. Più di 2.500 schede sono state espresse da persone i cui nomi e date di nascita corrispondono a criminali incarcerati nella prigione della Georgia. Persone a cui non è consentito votare. Più di 4.500 schede elettorali illegali sono state espresse da individui che non compaiono nelle liste elettorali dello Stato. Secondo il servizio postale, oltre 18.000 schede illegali sono state espresse da persone che si sono registrate per votare utilizzando un indirizzo indicato come vacante. Almeno 88.000 schede in Georgia sono state espresse da persone le cui registrazioni erano retrodatate illegalmente.

Donald Trump: (54:18)

Ognuno di questi è molto più del necessario. 66.000 voti in Georgia sono stati espressi da individui al di sotto dell’età legale per il voto. E almeno 15.000 schede sono state espresse da individui che si sono trasferiti fuori dallo stato prima delle elezioni del 3 novembre. Dicono di essere tornati indietro. Tornano indietro. Oh, se ne sono andati. Sono tornati indietro. Va bene. Gli manca così tanto la Georgia. Lo voglio. Amo la Georgia, ma è un sistema corrotto. Nonostante tutto questo, il margine in Georgia è di soli 11.779 voti. Ognuna di queste questioni è sufficiente per darci una vittoria in Georgia, una grande, bella vittoria. Non commettere errori, questa selezione è stata rubata a te, a me e al paese. E non un singolo stato altalenante ha condotto un audit completo per rimuovere le schede illegali. Questo dovrebbe assolutamente accadere in ogni singolo stato concorrente prima che l’elezione sia certificata.

Donald Trump: (55:21)

Nello Stato dell’Arizona, oltre 36.000 schede sono state espresse illegalmente da non cittadini. 2000 schede sono state restituite senza indirizzo. Più di 22.000 schede sono state restituite prima che fossero presumibilmente spedite per posta. Sono tornati, ma non li abbiamo ancora spediti. Sono stati contati 11.600 voti e voti in più rispetto agli elettori effettivi. Lo vedi? Quindi hai ancora più voti di quanti ne hai elettori.

Donald Trump: (55:51)

150.000 persone si sono registrate nella contea di Maya Copa dopo la scadenza della registrazione. 103.000 schede nella contea sono state inviate per l’aggiudicazione elettronica senza osservatori repubblicani. Nella contea di Clark, in Nevada, le impostazioni di precisione sulle macchine per la verifica della firma sono state abbassate di proposito prima di essere utilizzate per contare oltre 130.000 schede. Se firmassi il tuo nome come Babbo Natale, sarebbe andato bene. Ci sono stati anche più di 42.000 doppi voti in Nevada. Più di 150.000 persone sono state ferite così gravemente da ciò che è accaduto. E 1500 schede sono state espresse da individui i cui nomi e date di nascita corrispondono ai residenti del Nevada morti nel 2020, prima delle elezioni del 3 novembre. Più di 8.000 voti sono stati espressi da persone che non avevano indirizzo e probabilmente non vivevano lì. Il margine in Nevada è sceso a un numero molto basso. Ognuna di queste cose avrebbe risolto la situazione. Avremmo vinto

Donald Trump: (57:03)

Ognuna di queste cose avrebbe risolto la situazione. Avremmo vinto anche il Nevada. Ognuno di questi che stiamo esaminando, vinciamo. In Michigan rapidamente, il segretario di stato, davvero eccezionale, ha inondato lo stato di domande di voto per posta non richieste, inviate a tutte le persone iscritte, in diretta violazione della legge statale. Più di 17.000 schede del Michigan sono state espresse da individui i cui nomi e date di nascita corrispondevano a persone decedute. A Wayne County, è fantastico. Questa è Detroit. Sono state contate 174.000 schede senza essere legate a un effettivo elettore registrato. Nessuno sa da dove vengano. Sempre nella contea di Wayne, i sondaggi hanno osservato che i procacciatori riesaminano ripetutamente gruppi di schede, fino a tre o quattro o cinque volte. A Detroit l’affluenza alle urne è stata del 139% degli elettori registrati. Pensa a questo. Quindi hai votato il 139% delle persone a Detroit. Questo è in Michigan, Detroit, Michigan.

Donald Trump: (58:08)

Un’impiegata in carriera di Detroit, città di Detroit, ha testimoniato sotto pena di spergiuro di aver visto i lavoratori della città istruire gli elettori a votare democratico etero, mentre li accompagnava a vedere per chi votavano. Quando entrava un repubblicano, non gli parlavano. Lo stesso lavoratore è stato incaricato di non chiedere alcun documento di elettorato e di non tentare di convalidare alcuna firma se fossero democratici. Ha anche detto di farlo illegalmente, e le è stato detto che le schede sono retrodatate ricevute dopo la scadenza e riferisce che migliaia e migliaia di schede sono state retrodatate in modo improprio. Quello è il Michigan. Quattro testimoni hanno testimoniato sotto pena di spergiuro che dopo che i funzionari di Detroit hanno annunciato che gli ultimi voti erano stati contati, sono arrivate decine di migliaia di schede aggiuntive senza buste richieste. Ognuno era per un democratico. Non ho voti.

Donald Trump: (59:10)

Alle 6:31, nelle prime ore del mattino dopo la fine delle votazioni, il Michigan ha riportato improvvisamente 147.000 voti. Un sorprendente 94% è andato a Joe Biden, che ha condotto una campagna brillante dal suo seminterrato. Solo un paio di punti percentuali sono andati a Trump. Tali discariche di voto gigantesche e unilaterali sono state osservate solo in alcuni stati oscillanti e sono state osservate negli stati in cui era necessario. Sapete cosa è interessante, il presidente Obama ha battuto Biden in tutti gli stati diversi dagli stati swing in cui Biden lo ha ucciso. Ma gli stati swing erano quelli che contavano. C’erano sempre quel tanto che bastava per spingere Joe Biden a malapena in testa. Eravamo molto avanti e nel numero di ore che stavamo perdendo un po ‘.

Donald Trump: (01:00:03)

Inoltre, c’è la questione estremamente preoccupante dei sistemi di voto di Dominion. In una sola contea del Michigan, 6.000 voti sono stati trasferiti da Trump a Biden e gli stessi sistemi sono utilizzati nella maggior parte degli stati del nostro paese. Il senatore William Ligon, un grande gentiluomo, presidente della sottocommissione giudiziaria del senato della Georgia, il senatore Ligon, molto rispettato per le elezioni, ha scritto una lettera descrivendo le sue preoccupazioni per il Dominion in Georgia.

Donald Trump: (01:00:40)

Ha scritto, e cito, “Le macchine per il voto del Dominio impiegate nella contea di Fulton avevano un tasso di errore astronomico e sbalorditivo del 93,67%”. È sbagliato solo il 93% delle volte. “Nella scansione delle schede che richiedono una commissione di revisione per giudicare o determinare l’interesse dell’elettore, in oltre 106.000 schede su un totale di 113.000.” Pensaci, entri e voti e poi dicono alle persone per chi dovresti votare. Inventano quello che vogliono. Nessuno ha mai nemmeno sentito. Giudicano il tuo voto. Dicono: “Beh, non pensiamo che Trump voglia votare per Trump. Pensiamo che voglia votare per Biden. Mettilo giù per Biden. ” La media nazionale per un tale tasso di errore è di gran lunga inferiore all’1% eppure sei al 93%. “La fonte di questo tasso di errore astronomico deve essere identificata per determinare se queste macchine sono state installate o distrutte per consentire a terzi di ignorare il voto effettivo espresso dall’elettore registrato”.

Donald Trump: (01:01:44)

La lettera continua: “Ci sono prove evidenti che decine di migliaia di voti sono stati trasferiti dal presidente Trump all’ex vicepresidente Biden in diverse contee della Georgia. Ad esempio, nella contea di Bibb, il presidente Trump avrebbe avuto 29.391 voti alle 21:11, ora orientale. Mentre simultaneamente il vicepresidente Joe Biden avrebbe avuto 17.213 persone. Pochi minuti dopo, pochi minuti, al prossimo aggiornamento, questi numeri di voti sono cambiati con il presidente Trump che scendeva a 17.000 e Biden che saliva a 29.391 “. E questo è stato molto veloce, un cambio di 12.000 voti, tutto a favore del signor Biden.

Donald Trump: (01:02:31)

Quindi, voglio dire, potrei andare avanti e avanti su questa frode che ha avuto luogo in ogni stato e tutte queste legislature lo vogliono indietro. Non voglio farlo a te perché ti amo e qui fuori si gela, ma potrei andare avanti per sempre. Posso dirti questo …

Oratore 1: (01:02:52)

Ti vogliamo bene. Ti vogliamo bene. Ti vogliamo bene. Ti vogliamo bene. Ti vogliamo bene. Ti vogliamo bene. Ti vogliamo bene. Ti vogliamo bene.

Donald Trump: (01:03:03)

Quindi, quando senti, quando senti: “Anche se non ci sono prove per dimostrare alcun illecito”, questa è la cosa più fraudolenta che si possa fare … Questa è un’impresa criminale. Questa è un’impresa criminale e la stampa dirà, e sono sicuro che non metteranno nulla di tutto ciò perché non va bene, vedi mai: “Anche se non ci sono prove a sostegno dell’asserzione del presidente Trump”, io Potrei continuare per un’altra ora a leggerti questa roba e raccontartela. Non c’è mai stato niente di simile. Pensaci, Detroit aveva più voti di quanti ne avesse elettori. La Pennsylvania aveva 205.000 voti in più di quanti ne avesse di più, ma tu non devi andare … Tra questo, penso che sia quasi meglio dei morti, se pensi, giusto? Più voti di quanti ne avevano elettori, e lo sono anche molti altri Stati.

Donald Trump: (01:03:56)

È una vergogna che negli Stati Uniti d’America a decine di milioni di persone sia permesso di andare a votare senza nemmeno mostrare l’identificazione. In nessuno stato ci sono domande o sforzi per verificare l’identità, la cittadinanza, la residenza o l’eleggibilità dei voti espressi. I repubblicani devono diventare più duri. Non avrai una festa repubblicana se non diventi più duro. Vogliono giocare così dritto, vogliono giocare così, “Signore, sì, gli Stati Uniti, la costituzione non mi permette di rimandarli negli Stati Uniti”. Ebbene, io dico: “Sì, lo fa perché la costituzione dice che devi proteggere il nostro paese e devi proteggere la nostra costituzione e non puoi votare sulle frodi”, e la frode rompe tutto, non è vero? Quando cogli qualcuno in una frode, ti è permesso seguire regole molto diverse. Quindi spero che Mike abbia il coraggio di fare quello che deve fare. E spero che non ascolti i RINO e le persone stupide che sta ascoltando. È anche ampiamente noto che le liste degli elettori sono piene zeppe di non cittadini, criminali e persone che sono uscite dallo stato e individui che non sono altrimenti idonei al voto. Eppure i Democratici si oppongono a ogni sforzo per ripulire i loro ruoli elettorali. Non vogliono pulirli, sono caricati. E quante persone qui conoscono altre persone che quando le centinaia di migliaia e poi milioni di schede sono state inviate, ne hanno ottenute tre, quattro, cinque, sei, e io ne ho sentito una che ha ricevuto sette schede. E poi dicono: “Non ce l’hai fatta, signore”. Abbiamo vinto. Abbiamo vinto con una frana. Questa è stata una frana.

Donald Trump: (01:05:43)

Hanno detto: “Non è americano sfidare le elezioni”. Questa è l’elezione più corrotta della storia, forse del mondo. Sai, potresti andare nei paesi del terzo mondo, ma non penso che avessero centinaia di migliaia di voti e non abbiano elettori per loro. Voglio dire, non importa dove tu vada, nessuno lo penserebbe. In effetti, è così egregio, è così brutto, che molte persone non ci credono nemmeno. È così pazzo che la gente non ci crede nemmeno. Non può essere vero. Quindi non ci credono. Non è solo una questione di politica interna, è una questione di sicurezza nazionale. Quindi oggi, oltre a contestare la certificazione delle elezioni, chiedo al Congresso e alle legislature statali di approvare rapidamente ampie riforme elettorali, ed è meglio che tu lo faccia prima che non ci sia più nessun paese. Oggi non è la fine. È solo l’inizio.

Donald Trump: (01:06:37)

Con il tuo aiuto negli ultimi quattro anni, abbiamo costruito il più grande movimento politico nella storia del nostro paese e nessuno lo sfida nemmeno. Lo dico ancora e ancora, e non sono mai stato sfidato dalle fake news, e sfidano quasi tutto ciò che diciamo. Ma la nostra lotta contro i grandi donatori, i grandi media, la grande tecnologia e altri è appena iniziata. Questo è il più grande della storia. Non c’è mai stato un movimento del genere. Guardi indietro fino al Monumento a Washington. È difficile da credere. Dobbiamo fermare il furto e poi dobbiamo assicurarci che una tale oltraggiosa frode elettorale non si ripeta mai più, non possa mai accadere di nuovo, ma stiamo andando avanti. Ci pensiamo noi ad andare avanti. Dobbiamo occuparci di tornare indietro. Non lasciate che parlino, “Ok, lo promettiamo”, ho avuto molte persone, “Signore, sei al 96% per quattro anni”. Ho detto: “Non sono interessato in questo momento. Mi interessa proprio lì. ”

Donald Trump: (01:07:33)

Con il tuo aiuto supereremo finalmente potenti requisiti per l’ID elettore. Hai bisogno di un documento d’identità per incassare l’assegno. Hai bisogno di un documento d’identità per andare in banca, per comprare alcolici, per guidare un’auto. Ogni persona dovrebbe avere bisogno di mostrare un documento d’identità per poter esprimere la tua cosa più importante, un voto. Richiederemo anche una prova della cittadinanza americana per votare alle elezioni americane. Abbiamo appena avuto una buona vittoria in tribunale su quella, in realtà. Vieteremo la raccolta delle schede elettorali e vieteremo l’uso di drop box non garantiti per commettere frodi dilaganti. Queste caselle a cascata sono fraudolente. Ecco perché ottengono … Scompaiono e poi all’improvviso si presentano. È fraudolento. Interromperemo la pratica del voto per corrispondenza universale e non richiesto. Puliremo le liste elettorali che assicurano che ogni singola persona che ha espresso un voto sia un cittadino del nostro paese, un residente dello stato in cui vota e il loro voto è espresso in modo lecito e onesto. Ripristineremo la vitale tradizione civica del voto di persona il giorno delle elezioni in modo che gli elettori possano essere pienamente informati quando fanno la loro scelta. Alla fine riterremo responsabili la grande tecnologia e se queste persone avessero coraggio e coraggio, si sbarazzerebbero della Sezione 230, qualcosa che nessun’altra azienda, nessun’altra persona in America, al mondo, ha.

Donald Trump: (01:09:10)

Tutti questi monopoli tecnologici abuseranno del loro potere e interferiranno nelle nostre elezioni e questo deve essere fermato ei repubblicani devono diventare molto più duri e così dovrebbero fare i democratici. Dovrebbero essere regolamentati, indagati e assicurati alla giustizia nella misura massima consentita dalla legge. Stanno infrangendo totalmente la legge. Insieme prosciugheremo la palude di Washington e ripuliremo la corruzione nella capitale della nostra nazione. Abbiamo fatto un grande lavoro, ma pensi che sia facile, è un affare sporco. È un affare sporco. Ci sono molte persone cattive là fuori. Nonostante tutto quello che abbiamo passato, guardando tutto questo paese e vedendo folle fantastiche, anche se questo penso sia il nostro record di tutti i tempi. Penso che tu abbia 250.000 persone. 250.000.

Donald Trump: (01:10:05)

Guardando tutti i fantastici patrioti qui oggi, non sono mai stato più fiducioso nel futuro della nostra nazione. Beh, devo dire che dobbiamo stare un po ‘attenti. È una bella affermazione, ma dobbiamo stare un po ‘attenti a questa affermazione. Se permettiamo a questo gruppo di persone di impadronirsi illegalmente del nostro paese, perché è illegale quando i voti sono illegali, quando il modo in cui sono arrivati ​​è illegale, quando agli Stati che votano vengono fornite informazioni false e fraudolente. Siamo il più grande paese della terra e siamo diretti, ed eravamo diretti, nella giusta direzione. Sai, il muro è costruito, stiamo facendo numeri da record al muro. Ora vogliono abbattere il muro. Lasciamo che tutti entrino. Lasciamo che tutti entrino.

Donald Trump: (01:10:52)

Abbiamo fatto un ottimo lavoro nel muro. Ricordi il muro? Hanno detto che non sarebbe mai stato possibile. Uno dei più grandi progetti infrastrutturali che abbiamo mai avuto in questo paese e ha avuto un impatto tremendo e ci siamo sbarazzati del catch and release, ci siamo sbarazzati di tutte le cose con cui dovevamo convivere. Ma ora le carovane, pensano che Biden stia entrando, le carovane si stanno formando di nuovo. Vogliono entrare di nuovo e derubare il nostro paese. Non posso lasciare che accada. Come mostra questa enorme folla, abbiamo la verità e la giustizia dalla nostra parte. Abbiamo un amore profondo e duraturo per l’America nei nostri cuori. Amiamo il nostro paese. Abbiamo un orgoglio travolgente in questo grande paese, e lo abbiamo nel profondo delle nostre anime. Insieme siamo determinati a difendere e preservare il governo del popolo, da parte del popolo e per il popolo.

Donald Trump: (01:11:44)

I nostri giorni più luminosi sono davanti a noi, i nostri più grandi successi aspettano ancora. Penso che uno dei nostri più grandi risultati sarà la sicurezza elettorale perché nessuno fino a quando sono arrivato io, aveva idea di quanto fossero corrotte le nostre elezioni. E ancora, la maggior parte delle persone rimaneva lì alle 9:00 di sera e diceva: “Voglio ringraziarti molto”, e se ne va per un’altra vita, ma io dissi: “Qualcosa non va qui. Qualcosa non va davvero. Non può essere successo. ” E combattiamo. Combattiamo come l’inferno e se non combatti come l’inferno, non avrai più un paese.

Donald Trump: (01:12:21)

Le nostre emozionanti avventure e le nostre imprese più audaci non sono ancora iniziate. I miei concittadini americani per il nostro movimento, per i nostri figli e per il nostro amato Paese e dico questo, nonostante tutto quello che è successo, il meglio deve ancora venire.

Donald Trump: (01:12:43)

Quindi andremo, cammineremo lungo Pennsylvania Avenue, io amo Pennsylvania Avenue, e andremo al Campidoglio e proveremo a dare… I Democratici sono senza speranza. Non votano mai per niente, nemmeno un voto. Ma proveremo a dare ai nostri repubblicani, i deboli, perché i forti non hanno bisogno del nostro aiuto, proveremo a dare loro il tipo di orgoglio e audacia di cui hanno bisogno per riprendersi il nostro Paese.

Donald Trump: (01:13:19)

Quindi camminiamo lungo Pennsylvania Avenue. Voglio ringraziarvi tutti. Dio benedica te e Dio benedica l’America. Grazie a tutti per essere qui, è incredibile. Grazie mille. Grazie.


La Generazione Snowflake e il “fascismo dello scandalo”

Il politically correct a sei anni dall’attentato al mensile Charlie Hebdo, tra identità personale, satira e censura sociale con la mia intervista al caricaturista Forattini

di Giorgio Nadali

Snowflake. Fiocchi di neve. Così vengono chiamati. Sono nati in questo millennio e si risentono su tutto, anzi si incazzano proprio sul loro luogo di aggregazione tipico, il web.

Offendi sempre qualcuno perché stai seduto in modo sbagliato in pubblico, o per il fatto che mangi carne, perché usi i pronomi di genere, o sostieni apertamente il tuo partito politico, se flirti casualmente con uno sconosciuto o per aver toccato innocentemente un altro essere umano, perché preghi la tua divinità preferita, per sostenere Donald Trump o per il fatto di guadagnare più soldi di qualcun altro, per andare in giro con i jeans stracciati o per vestire un costoso completo di Brioni, per essere una persona di successo, per vivere una sessualità diversa dalla massa, per volere la vaccinazione contro il Covid (di ieri le minacce di morte dei “no-vax” all’infermiera di Roma, la prima vaccinata nel Lazio),  allora rivendica con fermezza il diritto di essere te stesso, e credimi, non c’è assolutamente niente di sbagliato in questo.

La gente è sempre offesa, non è un fatto nuovo. Il problema oggi è il senso del diritto delle persone. Perché molti millennial, soprattutto in Occidente sono cresciuti in un tempo di pace – liberi dall’oppressione e dalla povertà non hanno mai saputo cosa vuol dire non avere tutto e non ottenere ciò che vogliono. Questo ha instillato in molti la sensazione che sentirsi offesi significhi qualcosa. Sentirsi offesi è una risposta umana naturale e va bene sentirsi offesi o addirittura disgustati dalle azioni o dai pensieri degli altri, ma assolutamente queste non ti danno il ​​diritto di controllare come gli altri si comportano e parlano.

Se qualcuno ti dà dello stupido dovresti giustamente offenderti, ma questo non significa che puoi avviare una campagna per impedire alle persone di utilizzare la parola stupido. Questa è qualcosa chiamata oppressione. Se sei semplicemente te stesso e se quello che fai urta la sensibilità di qualcun altro, allora è un problema suo. I confini sono già stabiliti dalla legge, non dagli snowflake o dai politically correct. Pena una forma di fascismo dello scandalo. In media al 50% delle persone non piacerai mai. Non è un tuo problema.

Nel novembre 2009 uno psicologo che lavorava nell’esercito americano, Nidal Malik Hasan, aprì il fuoco sui suoi commilitoni della base, gridando “Dio è grande” in arabo e uccise 13 persone. Si è presto scoperto che il Pentagono sapeva tutto sul modo delle ideologie radicali di Hasan prima di questo atto di terrorismo. Erano a conoscenza di molte email che aveva mandato ad altri musulmani radicali. Anche i suoi colleghi alla base dell’esercito avevano espresso il loro disagio per lui ad altri, dicendo che era una “bomba a orologeria”. Allora come ha potuto il governo degli Stati Uniti e gli alti dirigenti dell’esercito permettere un omicidio di massa? Perché i poteri che sono nell’esercito degli Stati Uniti avevano troppa paura di essere accusati di razzismo e di profilare qualcuno per intraprendere qualsiasi azione. E così a causa della pressione incessante di correttezza politica nell’età moderna, tredici persone sono morte tragicamente. Solo un tragico esempio.

Satira, religione e politically correct

Secondo Carlo Cattaneo (1839) la satira è l’esame di coscienza dell’intera società; è una reazione del principio del bene contro il principio del male; è talora la sola repressione che si possa opporre al vizio vittorioso; è un sale che impedisce la corruzione. La strage della redazione del settimanale Charlie Hebdo ha suscitato una domanda, anzi due. Si può far satira sulla religione? Perché il Cristianesimo, la chiesa cattolica accetta di buon grado vignette “irriverenti” e l’Islam no? È un fatto culturale. È proibita la rappresentazione di Maometto per evitare l’adorazione di qualcuno che non sia Dio. In nessuna moschea sono presenti immagini di persone. Esiste un’eccezione proprio nella rigida Theran dove un enorme murale moderno alto quindici metri rappresenta l’ascensione di Maometto (senza tratti somatici) in cielo. Il Cristianesimo è per natura tollerante verso persecuzioni e dileggiamenti e anche dove questi travalicano il limite del buon gusto e della volgarità, conosce l’evangelica regola del perdono, non presente nell’Islam. Per cui chi tocca il Profeta è blasfemo.  I musulmani ritengono che la libertà d’espressione sia buona, ma che nessuno abbia il diritto di ferire i sentimenti religiosi di un altro. Tra i numerosi peccati di blasfemia vi sono il parlare male di Maometto, dare il nome di Maometto ad un orsacchiotto (in Sudan), speculare su come il Profeta si comporterebbe oggi (in Nigeria), trovare qualcosa di sbagliato in lui, rappresentarlo graficamente nei film, scrivere il suo nome sui bagni pubblici (in Pakistan), ma anche mettere del trucco in televisione (in Iran), fischiare durante le preghiere (in Indonesia), trovare qualcosa di sbagliato nell’Islam, guardare film o ascoltare musica (in Somalia) e… (per tutti) esprimere o distribuire un punto di vista laico o ateo.

Ho intervistato nel 2015 per il settimanale “Stop” uno dei più grandi vignettisti italiani: Giorgio Forattini (89 anni). Ecco cosa ne pensa sulle vignette satiriche che costarono la vita a dodici persone nell’attentato al settimanale francese Charlie Hebdo, il 7 gennaio 2015 e che solo due mesi fa, il 7 ottobre 2020, portarono alla decapitazione in strada di un professore che aveva le aveva mostrate in classe. Crimine commesso da un diciotenne.

Forattini, secondo Lei ci dev’essere un limite alla satira?

Si, il limite è la volgarità

E’ giusto a Suo avviso fare satira sulle religioni?

Sì, purché non sia gratuita

Ha mai disegnato vignette riguardanti l’Islam?

Ne ho disegnate sull’islam “politico”.

Forattini, quali sentimenti si sente di condividere nei confronti dei disegnatori di Charlie Hebdo uccisi a Parigi?

Di grande solidarietà. Ne conoscevo alcuni che ora non ci sono più. Sento una grande tristezza.

Recentemente il papa ha dichiarato che non bisogna offendere le religioni. Si sente coinvolto in questo nel Suo lavoro?

Sono coinvolto nel momento in cui la religione fa politica

Secondo Lei che rapporto c’è tra libertà di espressione e la tutela di sentimenti altrui?

La satira è libera e contro il potere, qualsiasi potere, non contro i sentimenti

Forattini, la satira si muove fuori dal limite della misura e ha quindi un presunto “diritto ad esagerare”. Cosa ne pensa?

Vorrei sapere chi ha dettato queste misure. Non certo le Religioni


Comunicare meglio e centrare obiettivi nella vita

coaching

Si diffondo in Italia le tecniche per raggiungere risultati dalla vita e per comunicare meglio con gli altri. Scopriamo cosa sono

Alzi la mano chi desidera essere capace e abile nel convincere gli altri delle proprie idee, capire cosa pensano le altre persone e farsi capire molto bene… Chi vorrebbe avere degli obiettivi certi e conoscere il modo di raggiungerli con determinazione? Tutti! Da qualche anno si stanno diffondendo in Italia due strumenti importanti e moto utili sia le singole persone, sia per le aziende. La sigla PNL significa Programmazione Neuro Linguistica. Un termine al primo impatto un po’ inquietante, per addetti ai lavori.

La PNL è una tecnica di comunicazione creata in California negli anni settanta del secolo scorso da Richard Bandler e John Grinder. In sostanza abbiamo tutti degli schemi mentali “programmati” dalla nostra esperienza di vita. Questi schemi impediscono di farci capire dagli altri come vorremmo e soprattutto ci impediscono di convincere gli altri della validità delle nostre idee. Inoltre, la nostra comunicazione è per il 55% non verbale (i movimenti del corpo), per il 38% para verbale (l’aspetto della voce) e solo per il 7% verbale (le parole). L’efficacia di un messaggio dipende quindi solo in minima parte dal significato letterale di ciò che viene detto. Comunque ci si sforzi, non si può non comunicare. L’attività o l’inattività, le parole o il silenzio hanno valore di messaggio.
Provate ad immaginare una coppia che discute.

Molti parlano, ma non comunicano. Lei è di tipo “uditivo”, difatti continua a dire “non mi ascolti”. Lui è di tipo “visivo” – ma non perché è uomo, ogni persona può essere “visiva”. Il 45% dell’umanità è “visiva” (colpita da ciò che vede) il 25% “uditiva” (da ciò che ascolta) e il 35% “cinestetica”, (si basa sulle sensazioni). Lui ripete “ma, non vedi che…”. È il suo schema mentale. Risultato: non si capiscono e non risolvono il conflitto. Immaginate le conseguenze disastrose. Lo stesso vale anche negli affari. Proporre un progetto di lavoro descrivendolo nei minimi dettagli a un dirigente “visivo” vuol dire fallire il bersaglio. Di certo preferirà una presentazione più “visiva”. Insomma, raggiungere l’altro vuol dire capire il suo schema mentale. Questo è “comunicare”. La PNL è una tecnica semplice che aiuta in questo.

Il “Coaching” è invece una strategia per raggiungere obiettivi, sia personali, sia in un gruppo di lavoro. A chi piace fallire? A nessuno. Il coaching ti aiuta a capire cosa vuoi e come realizzarlo in tanti campi della vita, con molte ramificazioni. Vi è il life coaching, per gli obiettivi importanti della vita. Il business coaching, per gli affari. Addirittura il divorce coaching, per non sbagliare più il prossimo coniuge. Il financial coaching ti aiuta a non sperperare denaro e a guadagnarne di più. Fantastico, no? La persona che ti segue è il coach, che non è uno psicologo. In questi anni sono sorte in Italia molte scuole che preparano e “certificano” esperti in PNL e coaching, che poi offrono i loro servizi a pagamento. I corsi non sono lunghi e le prospettive di lavoro sono buone. Una seduta presso un cliente per 45/120 minuti di life coaching può costare dai 60 ai 300€. Per le aziende il business o executive coaching di un gruppo aziendale i costi sono molto più alti, dai 400 ai 2000€ a sessione.

È possibile anche via Skype, senza muoversi da casa, in un orario concordato con la Cliente.

Scopri qui i miei consigli gratis di coaching

E se vuoi…

Migliorare decisamente l’efficacia della tua comunicazione personale
Controllare più facilmente il tuo stato d’animo
Eliminare l’influenza dei “brutti ricordi”
Sviluppare obiettivi chiari, ben formati e realizzabili in un tempo preciso
Ottenere un atteggiamento empatico e tollerante verso tutti
Cambiare le abitudini indesiderate e adotti comportamenti più produttivi
Entrare rapidamente in sintonia con le altre persone
Motivarti all’azione.
Scoprire le tue convinzioni limitanti e le sostituirle con convinzioni potenzianti
Utilizzare domande precise per raccogliere informazioni migliori
Essere più efficiente e performante nel mondo del lavoro
Circondarti di persone positive e motivanti
Trasformare quel sogno che hai nel cassetto in un obiettivo e realizzarlo con la giusta strategia alla quale non avevi mai pensato

Allora scrivimi!

Intervista di Giorgio Nadali a Antonella Rizzuto, presidente dell’Associazione Professionale Nazionale del Coaching
Pubblicata sul Settimanale “Vero” del 09/05/2015

vero192015

Antonella, il Coaching può migliorare la vita?

Assolutamente sì. Il coaching aiuta le persone a migliorare la loro vita a 360 gradi perché utilizza degli strumenti che ti aiutano a focalizzarti maggiormente sulle cose più importanti per te e, di conseguenza le persone prendono delle scelte in linea con i loro valori.

Antonella, la PNL è alla portata di tutti e di ogni età?

Sì, la PNL è come uno specchio che ci aiuta a diventare più consapevoli di come utilizziamo il nostro linguaggio per interpretare il mondo, ascoltare gli altri e farci capire, ecc.

Quindi tutti dovrebbero studiarsi la PNL, ma non essere cliente di un Coach…

Il corso di PNL è come un corso di vita, dove apprendi tecniche che ti aiutano a comunicare in modo consapevole, a gestire gli stati d’animo, e tantissimo altro. Il Coach lo prende chi vuole essere seguito passo passo da un professionista per raggiungere determinati obiettivi.

Chi è il cliente tipo di un life coach?

Può essere una persona che, in un momento delicato della sua vita, vuole fare un punto della situazione per capire dove andare o che priorità dare nella sua vita. Oppure una persona che non ha obbiettivi e quindi ha bisogno di crearli. Oppure chi ha tanti obbiettivi ma non sa da dove partire. Oppure chi si trova di fronte ad una scelta importante e non sa cosa fare. In tutto questo, un life coach ti aiuta a fare chiarezza, focalizzarti su ciò che davvero conta per te e fare delle azioni in linea con tutto questo.

Antonella, chi è adatto a diventare un Coach?

Chiunque abbia voglia di dedicarsi agli altri e dare il suo contributo. Ovviamente, per diventare coach bisogna seguire un percorso. Non è indispensabile avere una laurea.

A chi consiglieresti la PNL?

A tutti perché tutti comunichiamo. La PNL ti aiuta ad essere più consapevole di ogni nostra parola che ha continuamente un impatto su noi stessi e di cosa creiamo negli altri. La PNL nasce dalla vita. Consiglio a chiunque non sappia cosa sia leggere un libro introduttivo e venire al corso gratuito “Il meglio di te e dagli altri con la PNL e il Coaching”

Antonella, il Coaching e la PNL costituiscono una nuova opportunità di guadagno?

Possono essere una nuova opportunità di guadagno. È una realtà nuova che sta prendendo sempre più piede e che effettivamente permette, in tempi veloci, di contribuire notevolmente al raggiungimento di una qualità di vita alta.

www.giorgionadali.com


10 cose da fare per conciliare business e amore

speciale_s_valentino_jpg_320207522

di Giorgio Nadali

 

“Il meglio del vivere sta in un lavoro che piace e in un amore felice” (Umberto Saba). È possibile conciliare con successo le due cose?

 

1) Vi sono delle esigenze affettive basilari diverse per ciascun sesso che vanno capite e ricordate. Non tenerne conto apre a infinte incomprensioni, anche se sono in buona fede. Nelle coppie eterosessuali ricordati che l’altro sesso pensa in un modo diverso. Non migliore o peggiore, ma diverso. Lei non ragiona istintivamente come un uomo. Lui non ragiona istintivamente come una donna. Se è capace di fare così o è un coach oppure è uno sceneggiatore che scrive dialoghi del sesso opposto, ma non è il tuo caso. Quindi, scolpisci bene queste cose nella tua mente:

Per sentirsi amata una donna deve sentirsi: a) capita b) rispettata c) ascoltata d) speciale.

Per sentirsi amato un uomo deve sentirsi: a) stimato b) accettato c) importante d) necessario.

Per lui. “Ascoltata” non vuol dire che hai vagamente udito delle parole, mentre stavi solo pensando a come difendere il tuo orgoglio ferito. Si ascolta con il cuore, non con le orecchie. “Capita”. Non vuol dire che condividi tutto ciò che dice. “Rispettata”. Non vuol dire comprare la sua attenzione. È il rispetto che alza la quotazione. Vuol dire attenzione (“respìcere, in latino significa guardare”) al suo sentire senza invalidare il suo stato d’animo. Si rispetta ascoltando.

Per lei. Importante è lui qualsiasi cosa faccia. Fare sentire sinceramente importante qualcuno senza adularlo è un’arte essenziale per la comunicazione. Necessario. L’uomo è atavicamente “faber”. È miracoloso ciò che un uomo può fare quando si sente necessario. È lo stimolo migliore per farlo agire e migliorare, ma forse lo fai già con i tuoi dipendenti. La maniera migliore per stimolare qualcuno al miglioramento non è umiliarlo e criticarlo, ma fargli sentire che la squadra (in questo caso sei tu) ha bisogno di lui. Accettato. Non vuol dire che apprezzi ogni cosa che lui fa o dice. Ma se vuoi cambiare qualcuno, o meglio se vuoi che qualcuno (in questo caso, lui) cambi, prima apprezza ciò che fa di buono e dopo, ma solo dopo, suggerisci un’idea per migliorare. Non dimenticare che le frasi con il “ma” o  il “però” dette dopo un complimento lo rendono inutile. Prima suggerisci la tua, e dopo con il “però” dimostra il tuo apprezzamento: “Potremmo fare così, però sei veramente bravo in questo”.

Anche se sei una donna manager super emancipata, fagli sentire che hai bisogno di lui. Lascia la grinta da business woman in sala riunioni.

2) Per ottenere di più nella relazione, una donna deve prima apprezzare ciò che un uomo fa già – fossero anche cose molto piccole. Solo con l’accettazione e la stima un uomo è stimolato a dare e fare di più.

3) Evita di dare consigli non richiesti ad un uomo. C’è il pericolo di farlo sentire incompetente. Le donne si consigliano spontaneamente. Gli uomini no. Per correggerlo devi usare tatto. “Lo apprezzo, ma forse avremmo potuto fare così…”. Evita di dire: “Vedi? Hai sbagliato tutto”.

4) Quando una donna parla non prendere tutto alla lettera, anche se non sei un coach. Non vuol dire non ascoltarla, ma non prendere letteralmente alcune espressioni e soprattutto non farti colpire da queste nel tuo ego maschile.  “Non mi ascolti mai”, “Fai sempre così”. Certo, sono indicatori assoluti. Se vuoi innescare una lite, dì  pure “No, non è vero perché…”. Si chiama “mappa contro mappa”. Allo stesso tempo non ascolti e invalidi i sentimenti di chi si sta esprimendo, perché stai puntando tutto sulla tua difesa. Disastroso. Se sei un coach dì “Non ti ascolto mai, ho capito bene? Proprio mai? Ci sono volte in cui ti sei sentita ascoltata?”. Tuttavia non sei un coach, ma un amante, un marito o un fidanzato. Meglio se ascolti senza replicare. Calma. Non ti sta accusando. Sta solo riordinando le idee. La donna è analitica. L’uomo sintetico. Lei parla per capire. Lui parla per trasmettere la sintesi del suo pensiero.

5) Lui non è un uomo dell’età della pietra, ma certi istinti atavici rimangono nell’umanità. Quando lui è nella sua “caverna”, non disturbarlo. Non ti ha esclusa dalla sua vita. Ha bisogno di un momento solo per lui. È il momento peggiore per dire “parliamo”. In quel momento è l’ultima cosa che vuole fare. Rimanda, ok? Tornerà a comunicare con te tra poco.  La tua comprensione e la tua pazienza saranno ricompensate.

6) Apprezza i suoi sforzi. Lui è molto impegnato. Se ami un uomo di successo devi accettare che il tempo sia limitato, soprattutto se non ha frequentato un corso di time management. Siamo noi il padroni del nostro tempo. Ma tu hai capito che anche i suoi piccoli sforzi per ritagliare un tempo per voi vanno apprezzati moltissimo. Ricordati che un uomo che porta al cinema una donna si sente come se fosse lui il regista, lo sceneggiatore e il produttore del film. Dammi retta, apprezza ciò che fa e diglielo apertamente.

7) No al “Tu sei…”.  Evitiamo il più possibile la parolina di tre lettere che impatta a 100 all’ora contro il muro della propria identità e del proprio orgoglio, perché generalmente è detta in negativo. “Sei…”. Lasciamo il “sei” il più possibile alla matematica. Le critiche devono sempre essere costruttive e dette in modo che l’altro le recepisca. Altrimenti non sono critiche, ma solo sfoghi che gettano benzina sul fuoco. Se invece la dici al positivo, pensaci bene. Lui o lei è veramente la tua vita? Se sì, vai tranquillo.

8) Non c’è problema. A noi uomini i problemi piacciono. O meglio, ci piace trovare soluzioni ai problemi. Evita di dire a lei che non c’è problema. Resisti coraggiosamente all’ atavico istinto di fornire soluzioni seduta stante. Il problema può anche esserci e magari hai anche la soluzione. Aspetta. Prima dimostrati comprensivo e empatico. Solo dopo potrai indossare l’armatura per andare a sconfiggere il drago-problema per la tua donzella. Così non c’è problema.

9) Attendi. In caso di momenti di tensione è totalmente inutile una comunicazione logica. Attendi. Se una persona non è in grado di recepire un discorso o è in “sequestro emotivo”, attendi. Passerà. Dimostra empatia, comprensione silenziosa, evita di fornire soluzioni. Chi è in “K meno” non può ascoltarti in quel momento.

 10) Colpisci con la tua personalità. Da ultimo lascerei il trading al settore economico. Sono tanti gli uomini, anche intelligenti e di successo, che credono di impressionare una donna con la tecnica del pavone. Ci sono cose che non possono essere comprate. Non ricoprirla di regali. Non puoi comprarla, a meno che non voglia un rapporto mercenario. Il principe del film “Il principe e la ballerina” (1957) svela solo alla fine alla ballerina la sua posizione sociale, quando è sicuro dei sentimenti di lei. Oggi si fa troppo spesso il contrario. Si fa credere ciò che non si è per fare colpo. Colpisci con l’empatia, con la simpatia, con l’arguzia, con l’intelligenza, con la sensibilità, prima di correre da Bulgari. Potrebbe anche non essere necessario. Vinci per ciò che sei. Buon San Valentino!


C’eravamo tanto amati. Poi arrivò Facebook

Facebook è causa di un numero sempre più alto di divorzi e di cyber dipendenza

 di Giorgio Nadali

index

Facebook dà dipendenza ed è causa di divorzi. Non esistono testi scientifici in italiano, ma il libro “Facehooked. How Facebook affects our emotions, relationships and lives” di Suzana E. Flores (2014) è molto chiaro: Facebook ha un impatto molto forte sulle nostre emozioni e sulla modifica dei nostri comportamenti, sino ad arrivare anche alla dipendenza. L’Istituto psicoterapico Watson di Torino  paragona la dipendenza da Facebook “agli altri tipi di dipendenza. In coloro che soffrono quella da alcool o droghe, per esempio, la relazione con le sostanze ha la precedenza su altri tipi di rapporti più funzionali e altri aspetti delle loro vite. Colui che soffre di una dipendenza da qualcosa, trova in quella cosa ciò che lo fa star bene. Così avviene anche per Facebook: la persona sceglie un piacere temporaneo alle più profonde relazioni reali e, come negli altri tipi di dipendenze, perde il controllo sul proprio comportamento, vivendo in funzione della possibilità di collegarsi alla rete. Un’ altra possibile causa della dipendenza da Facebook è quella dovuta all’uso di questo social network come “auto-medicazione” per altri sintomi e disturbi. Alcune persone che soffrono di depressione, isolamento o disturbi d’ansia possono cercare di risolvere le loro problematiche utilizzando Facebook: il mondo virtuale diventa un posto in cui si sentono più sicuri e tranquilli perché intermediati dallo schermo e non esposti ai rapporti umani reali”.

Uno studio, pubblicato sul Journal of Cyberpsychology, Behavior and Social Networking, ha scoperto che le persone che usano Facebook più di una volta all’ora hanno maggiori probabilità di “sperimentare conflitti relativi a Facebook con i loro partner romantici“. Tale conflitto potrebbe quindi portare a una rottura Lo studio, condotto da Russell Clayton, studente di dottorato presso la School of Journalism dell’Università del Missouri, e dai suoi colleghi dell’Università Hilo e St. Mary’s University di San Antonio, ha esaminato 205 utenti di Facebook di età compresa tra 18 e 82 anni. Di quelli intervistati, il 79 percento riferiva di avere una relazione romantica, mentre studi precedenti avevano dimostrato che più una persona utilizza siti di social media come Facebook, per monitorare i propri partner. Lo studio di Clayton è stato il primo a dare un’occhiata al tasso di rotture delle relazioni di coppia.

Clayton ha ipotizzato che un uso più frequente dei social media e il monitoraggio del proprio partner potrebbero portare a incomprensioni e sentimenti di gelosia. Lo studio sembra aver dimostrato tale ipotesi osservando una forte correlazione tra l’uso di Facebook e la stabilità delle relazioni. Clayton ha scoperto che – per la maggior parte – la correlazione deriva probabilmente dalla gelosia e dalle argomentazioni sui partner del passato legati ai social media. Naturalmente, lo studio ha anche scoperto che i social media consentono agli utenti di riconnettersi con gli altri, compresi gli amanti del passato, che potrebbero portare a barare emotivamente e fisicamente.

sss

Lo studio di Clayton non è il primo del suo genere. Nel 2012 Divorce-Online UK ha intervistato avvocati britannici divorzisti per stabilire se esistesse una connessione aneddotica tra uso dei social media e divorzio. Secondo tale indagine, circa un divorzio su tre è il risultato di disaccordi relativi ai social media. Allo stesso modo, un sondaggio del 2010 dell’American Academy of Matrimonial Lawyers (AAML) ha rilevato che quattro su cinque avvocati hanno utilizzato prove derivate da siti di social network in casi di divorzio, con Facebook primo fra tutti.

La prima cosa da fare è discutere i pericoli dei social media in una relazione con il proprio partner. Cercare di accettare i limiti di utilizzo appropriati, evitare di ficcanasare l’uno con l’altro e assicurati di passare più tempo a interagire di persona che a monitorare ciò che il resto del mondo sta facendo sui social media.

Certo, se è già troppo tardi per evitare l’inevitabile, puoi almeno minimizzare parte del danno. Spesso, i legali di divorzio e di diritto di famiglia utilizzano le pubblicazioni su Facebook, Twitter, Instagram e molti altri siti di social network come prova. Ad esempio, i post e le foto che descrivono la vita sociale di un partner potrebbero arrivare a un giudice come un disprezzo per responsabilità, uso eccessivo di droghe o alcol o altri comportamenti che potrebbero compromettere gli interessi di quella persona quando si tratta di tenere alimenti, custodia o divisioni di attività.

Dovrebbe diventare un’abitudine quella di censurare te stesso sui social media. Pensa al tuo potenziale pubblico prima di postare qualsiasi cosa, anche nei momenti più felici. Se ci sono già cose online che preferiresti non fare comparire in un procedimento giudiziario o in un colloquio di lavoro, dovresti eliminarle immediatamente. Se qualcun altro pubblica foto imbarazzanti o commenti, semplicemente elimina, annulla o chiedi al conoscente di rimuovere gentilmente il post incriminato. I siti sociali hanno anche creato più strumenti per segnalare contenuti che non controlli, ma che riguardano te o ti descrivono e che ritieni non lusinghieri o offensivi. Oggi molti avvocati di divorzio e diritto di famiglia sono diventati esperti nell’affrontare le conseguenze dei social media nelle relazioni.


OLTRE. Settimanale online del soprannaturale. www.oltre.online

E’ nato OLTRE. il Settimanale online del soprannaturale.

www.oltre.online

Troverai decine di articoli gratuiti sul soprannaturale….

Aldilà, Angeli, Demoni, Fede & Scienza, Apparizioni, Miracoli, Profezie, NDE (esperienze di pre morte), Religioni & Sette, Rituali, Spiritualità, Preghiera, Curiosità, Segreti delle Religioni, Ultime notizie!…

Vieni a trovarci!

oltre screnshot

Dal 2016 alcuni contenuti saranno disponibili solo su sottoscrizione e saranno presenti i banner delle aziende sponsor

www.oltre.online

posta@oltre.online

Testata giornalistica settimanale sul soprannaturale. Registrata al Tribunale di Milano, N. 134 del 07/05/2015.

Direttore responsabile: Giorgio Nadali

 

 

 

 


Quel tram chiamato desiderio

di Giorgio Nadali


Intervista di Giorgio Nadali pubblicata per PLAYBOY Italia, Novembre 2015

Dove va il desiderio maschile e quali sono le difficoltà che incontra? Quali sono i segreti dell’attrazione e della seduzione? Ne parliamo con il sessuologo e psichiatra Marco Rossi, della fortunata trasmissione “Loveline” di MTV.

È nella natura del desiderio di non poter essere soddisfatto, e la maggior parte degli uomini vive solo per soddisfarlo, scriveva Aristotele. Ma una vita serena passa per il soddisfacimento di un sano desiderio sessuale. “Provo un intenso desiderio di tornare nell’utero… di chiunque”. Se per Woody Allen è così, a noi basta invece fare centro in maniera un po’ più mirata, ma senza disperdere inutili energie. Ma come? Quali sono i segreti dell’attrazione? Non ci basta desiderare. Vogliamo essere desiderati! Gli esperti dicono che gli uomini hanno una libido maggiore delle donne, mentre il desiderio di signorine e signore è più “fluido”.
Secondo il sociologo americano Edward Laumann, “Il desiderio femminile è molto sensibile all’ambiente e al contesto della relazione”. Le fantasie sessuali femminili, a differenza di quelle maschili, esaltano il tatto, i sentimenti del partner, la risposte fisiche ed emotive a ciò che sta accadendo, l’umore e l’ambiente dell’incontro. È ciò che emerge da una ricerca delle psicologo dell’evoluzione Donald Symons, ma molti lettori se ne erano già accorti.
La concorrenza è spietata. Le donne fanno paragoni! Sono più inclini a fantasticare su un uomo col quale sono state in intimità e a concentrarsi sui dettagli personali del partner, compreso il fatto che lui è stato in grado di eccitarle emotivamente e sessualmente. Le fantasie femminili si sviluppano più lentamente, con più tempo dedicato ad immaginare carezze e a toccamenti non genitali, piuttosto che ad atti sessuali veri e propri. Quelle maschili – secondo diversi studi – sono più impersonali e visivamente sessuali con un’attenzione su immagini sessuali e atti espliciti. Noi maschi immaginano una varietà di partner sessuali… comprese tutte quelle “prede” desiderate, ma che ci sono sfuggite. Ecco dunque come fare perché questo non accada più. Che non ci sfuggano più – intendiamoci, non sulla varietà 😉

Dottor Rossi, quali sono i segreti della seduzione e gli errori più comuni che si fanno?
Il segreto maggiore della seduzione è l’autostima. Le donne sono particolarmente attirate da una sensazione di forza e di decisione che l’uomo è in grado di dare loro, contrariamente a come succede agli uomini, da un fattore estetico. Gli uomini sono attratti dall’aspetto estetico, mentre le donne da questa idea di forza e di decisione che l’uomo dà loro. Questa c’è solo se c’è una forte componente di autostima. L’errore che più facilmente viene commesso è quello dell’insistenza. Cioè insistere con una donna dà l’idea di avere bisogno di lei e questo non va bene per il gioco seduttivo, perché una donna deve comunque avere la sensazione che è lei in grado di attirare l’attenzione e non che l’uomo ha bisogno di lei perché ha un qualche tipo di esigenza. Invece deve avere la sensazione di no avere alcun tipo di esigenza, ma cerca proprio lei.
Quindi non bisogna corteggiare troppo?
Non bisogna essere troppo insistenti. Ad esempio spesso succede con i messaggi del tipo “buon giorno”, “buon pranzo”, “buon appetito”, “buona notte”… No! Assolutamente no! Essere troppo addosso dà l’idea di debolezza, di poca decisione e di poca autostima.
Cosa serve per fare sentire desiderata una donna?
Bisogna farla sentire importante per sé, ma non con insistenza. Facendo qualcosa di particolare, interessante, diverso, sconvolgente. Farla sentire importante, ma non perché senza di lei non possiamo vivere.

Parliamo delle tendenze del desiderio oggi. Esiste insoddisfazione? Dove si vanno a cercare stimoli e perché?
Quello che io noto rispetto all’insoddisfazione oggi è che siamo molto bersagliati da messaggi riguardanti la sessualità e c’è molta facilità di avere incontri sessuali e questo satura un po’ le capacità di eccitazione delle persone. Ci si illude che per potere sollecitare di più bisogna fare cose “strane”, le cosiddette trasgressioni. Bisogna invece tornare al sesso non finalizzato al puro piacere, cioè al piacere orgasmico, ma al sesso come divertimento. Quindi più piacere e meno orgasmo. Non dobbiamo credere che solo le trasgressioni ci fanno provare piacere. Quelle servono per arrivare ad un orgasmo più veloce. Bisogna invece avere un’idea di un sesso improntato ad un piacere più prolungato.
Perché spopolano i siti per incontri di persone sposate?
Perché dobbiamo tenere presente che viviamo in una società dove l’80 per cento delle persone o ha tradito o tradisce. Il tradimento è ormai all’ordine del giorno e questo trova in Internet un mezzo molto semplice per arrivare velocemente al risultato. Questi siti servono proprio per accelerare i tempi. Quindi un luogo virtuale con le stesse regole dei luoghi reali, dove le persone già cercano la stesse cose…

Come mai questo trend di tradimenti all’80%?
Perché ci si abitua molto facilmente a quello che si ha e quindi si vuole sempre qualcosa di più e ovviamente l’occasione fa l’uomo ladro e…

Secondo Lei una sana e attiva vita sessuale è essenziale per una salute psichica e psicologica?
Assolutamente sì! Chi non vive una vita sessuale appagante è una persona che va facilmente incontro a situazioni di ansia, spesso è più soggetto a forme depressive e comunque subisce molto più facilmente le conseguenze dello stress…

Quindi il detto “Tu non… fai abbastanza all’amore” (lo metto in maniera elegante) è vero!
Sì, è assolutamente vero! A patto però che sia appagante. Non è importante il numero di rapporti sessuali né con chi. L’importante è di sentirsi appagati.

Quindi esiste una frustrazione sessuale?
Questo è sempre stato così. Chi è solo, chi non riesce a trovare, chi ha poca capacità seduttiva vive in una condizione di frustrazione. Ecco però che imparare ad utilizzare in maniera i nuovi mezzi può essere di aiuto alle persone che sono meno dotate di arte seduttiva.
Quali mezzi?
Internet e i siti di incontri. Per chi è molto timido la virtualità rende più capaci di creare un contatto.

Cosa favorisce e fa calare il desiderio maschile e quello femminile?
Il desiderio maschile è favorito da tutto ciò che stimola le fantasie erotiche, che generano desiderio. Viene sfavorito invece dall’abitudine, dalle routine. Quello femminile è favorito da fantasie non erotiche, ma di situazioni. È sfavorito quando una donna si sente usata e non la regina dell’uomo che desidera.

Come favorire l’attrazione femminile e quanto in questa incide l’aspetto fisico di un uomo?
L’aspetto estetico di un uomo incide tra il 30 e il 40 per cento. Non intendo l’uomo esageratamente curato, depilato, abbellito, palestrato… L’uomo deve dare l’idea di forza. Essere virile e rozzo. Rozzo non vuol dire che puzza! Un uomo curato, ma non un uomo effeminato.

Perché George Clooney piace sempre a 50 anni?
Perché ha un fascino. In parte dall’aspetto estetico, ma dall’immaginario di forza e potere del suo mondo, che suscita. Però per chi non ha grandi caratteristiche estetiche, le donne vanno oltre l’aspetto estetico, se riesce a dare l’idea di forza e decisione.

Quindi è giusto vantarsi un po’e mettersi in mostra con una donna!
Sì, fanno bene. È chiaro che non bisogna esagerare. Non conquisti una donna solo se hai una Ferrari.

Allora anche chi ha la pancia ed è pelato può attirare…
Assolutamente sì, ma l’importante è che sia uomo. Tra un addominale scolpito in un uomo un po’ esagerato nella cura del corpo la donna preferisce quello che ha la tartaruga al contrario. La donna preferisce quello che la fa star bene e le fa vivere un bella situazione.

Quali sono secondo Lei gli errori più comuni che oggi si compiono nel corteggiamento?
L’esagerazione e il pensare solamente all’aspetto estetico. Meglio un uomo che sa parlare di arte.

Cosa vogliono le donne in una relazione?
Vogliono star bene. Una persona che le faccia sentire protette.

Ma vogliono tutte il Principe Azzurro?
Sì perché in fondo le donne fin da bambine lo sognano. Ci possono essere oggi donne che la loro relazione l’hanno vissuta e magari è andata male e che pensano un po’ con mentalità maschile al proprio piacere e che stanno bene anche da single.

Essere virile. Cosa significa?
Il macho lavora sul muscolo. Il virile lavora sulla forza. Il macho è apparenza. Anche il magrolino può essere virile nei modi.

Allora tutto è personalità!
Bravo, è l’idea che deve dare ad una donna di una forte personalità.

A cosa è dovuto il fenomeno del femminicidio?

Ad una pessima cultura dove la donna è molto spesso considerata un oggetto di potere di proprietà dell’uomo. Se non stai con me non stai con nessuno. Sono persone disturbate che non hanno freni inibitori perché pensano che quello che sentono sia una cosa normale.

C’è stato un aumento?
No, è più facile che se ne parli

Quando è il momento di rivolgersi ad un sessuologo e quando ad un andrologo?
Quando c’è una situazione di disagio e di sofferenza. Non bisogna pensare che passi da sola. Sarà il dottore a giudicare. Il sessuologo che è anche psicologo può aiutare prevalentemente sul piano psicologico. Ci sono i sessuologi che sono medici (non psicologi). L’andrologo si occupa prevalentemente dei problemi fisici.

Cosa nota maggiormente di problemi sessuali oggi?
Negli uomini il deficit di erezione e di eiaculazione precoce, oggi in aumento. Nelle donne la difficoltà di raggiungere l’orgasmo. Nelle coppie giovani di 30 / 35 anni, la diminuzione del desiderio perché si dedicano troppo al lavoro e poco alla coppia. Il desiderio può e deve essere alimentato ad ogni età e va alimentato, mentre viene a mancare e si cerca altrove…

Servizio di Giorgio Nadali

www.giorgionadali.it

Intervista di Giorgio Nadali pubblicata su PLAYBOY Italia, Novembre 2015

Il sito del Dott. Marco Rossi è www.marcorossi.it

p1


La Chiesa cambia Rota. In arrivo lo scisma

00_fulmine_san_pietro_ansa

di Giorgio Nadali

Tv499

La Rota Romana, l’organismo della Santa Sede che ha il potere di annullare il sacramento del matrimonio rende le maglie più larghe nei procedimenti.
Contrariamente a quanto aveva disposto il suo santo predecessore Giovanni Paolo II, che il 21 gennaio 2000 alla stessa Rota Romana aveva detto:
«Desidero soffermarmi a riflettere con voi sull’ipotesi di valenza giuridica della corrente mentalità divorzista ai fini di una eventuale dichiarazione di nullità di matrimonio, e sulla dottrina dell’indissolubilità assoluta del matrimonio rato e consumato, nonché sul limite della potestà del Sommo Pontefice nei confronti di tale matrimonio… Il Romano Pontefice, infatti, ha la “sacra potestas” di insegnare la verità del Vangelo, amministrare i sacramenti e governare pastoralmente la Chiesa in nome e con l’autorità di Cristo, ma tale potestà non include in sé alcun potere sulla Legge divina naturale o positiva. Né la Scrittura né la Tradizione conoscono una facoltà del Romano Pontefice per lo scioglimento del matrimonio rato e consumato; anzi, la prassi costante della Chiesa dimostra la consapevolezza sicura della Tradizione che una tale potestà non esiste. Le forti espressioni dei Romani Pontefici sono soltanto l’eco fedele e l’interpretazione autentica della convinzione permanente della Chiesa».
Papa Francesco ha ribaltato le regole per la nullità matrimoniale con la lettera apostolica in forma di motu proprio intitolato Mitis Iudex Dominus Iesus (Il mite giudice Signore Gesù) del 15 agosto scorso, mettendo l’interesse dei coniugi davanti alla sacralità del vincolo sacramentale.
A tale proposito il cardinale Gerhard Müller prefetto della Congregazione per la Fede, in un suo discorso a Ratisbona ha paventato il rischio di una scissione nella Chiesa.
Principalmente la causa potrà essere seguita direttamente dal vescovo del luogo: “Affinché sia finalmente tradotto in pratica l’insegnamento del Concilio Vaticano II in un ambito di grande importanza, si è stabilito di rendere evidente che il Vescovo stesso nella sua Chiesa, di cui è costituito pastore e capo, è per ciò stesso giudice tra i fedeli a lui affidata.. Allo stesso Vescovo diocesano compete giudicare la cause di nullità del matrimonio con il processo più breve ogniqualvolta la domanda sia proposta da entrambi i coniugi o da uno di essi, col consenso dell’altro o ricorrano circostanze di fatti e di persone, sostenute da testimonianze o documenti, che non richiedano una inchiesta o una istruzione più accurata, e rendano manifesta la nullità…Tra le circostanze che possono consentire la trattazione della causa di nullità del matrimonio per mezzo del processo più breve secondo i canoni 1683-1687, si annoverano per esempio: quella mancanza di fede che può generare la simulazione del consenso o l’errore che determina la volontà, la brevità della convivenza coniugale, l’aborto procurato per impedire la procreazione, l’ostinata permanenza in una relazione extraconiugale al tempo delle nozze o in un tempo immediatamente successivo, l’occultamento doloso della sterilità o di una grave malattia contagiosa o di figli nati da una precedente relazione o di una carcerazione, la causa del matrimonio del tutto estranea alla vita coniugale o consistente nella gravidanza imprevista della donna, la violenza fisica inferta per estorcere il consenso, la mancanza di uso di ragione comprovata da documenti medici, ecc”.
Lo scorso 23 gennaio si è rivolto ai membri della Rota Romana affermando che “il giudice, nel ponderare la validità del consenso espresso, deve tener conto del contesto di valori e di fede – o della loro carenza o assenza – in cui l’intenzione matrimoniale si è formata. Infatti, la non conoscenza dei contenuti della fede potrebbe portare a quello che il Codice chiama errore determinante la volontà. Questa eventualità non va più ritenuta eccezionale come in passato, data appunto la frequente prevalenza del pensiero mondano sul magistero della Chiesa. Tale errore non minaccia solo la stabilità del matrimonio, la sua esclusività e fecondità, ma anche l’ordinazione del matrimonio al bene dell’altro, l’amore coniugale come «principio vitale» del consenso, la reciproca donazione per costituire il consorzio di tutta la vita… Vorrei dunque esortarvi ad un accresciuto e appassionato impegno nel vostro ministero, posto a tutela dell’unità della giurisprudenza nella Chiesa. Quanto lavoro pastorale per il bene di tante coppie, e di tanti figli, spesso vittime di queste vicende! Anche qui, c’è bisogno di una conversione pastorale delle strutture ecclesiastiche per offrire giustizia a quanti si rivolgono alla Chiesa per fare luce sulla propria situazione coniugale”.
19 è il numero dei Tribunali ecclesiastici regionali presenti in Italia, competenti per le cause di nullità matrimoniale. I fondi dell’8xmille consentono un netto abbattimento del costo della causa a carico dei fedeli e il patrocinio interamente gratuito per i nono abbienti. Oggi il costo che un fedele deve sostenere per una causa di nullità riguarda due voci: il contributo richiesto dal Tribunale Ecclesiastico per le spese processuali e l’onorario per il patrono, cioè l’esperto che lo assiste nell’introdurre la causa e nel corso del processo canonico. Il Tribunale Ecclesiastico richiede per le spese processuali un contributo di euro 525 alla parte che richiede l’annullamento. Qualora la parte convenuta nomini un patrono di fiducia o usufruisca dell’assistenza di un patrono stabile, le si chiede un contributo di euro 262,50; non è tenuta invece ad alcuna contribuzione ove partecipi all’istruttoria senza patrocinio, anche in caso di acquisizione, su sua richiesta, di prove ammesse dal giudice. L’onorario per gli avvocati, salva la possibilità per ragioni economiche del gratuito patrocinio, è compreso tra un minimo di euro 1.575 e un massimo di euro 2.992 qualora l’appello termini con un decreto di conferma; per il rinvio ad esame ordinario, l’onorario del patrocinio è compreso tra un minimo di euro 604 e un massimo di euro 1.207. A tale somma si devono aggiungere gli oneri fiscali previsti dalla legge.

Giorgio Nadali

www.giorgionadali.it


La vita umana prima di tutto

wwuntitled

Dio è autore della vita. La vita umana è quindi sacra – e quindi intoccabile e di importanza assoluta su tutto il creato – in quanto la persona umana è stata dal Creatore voluta a sua “immagine”: “Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò” (Genesi 1,27). L’espressione “immagine” – tradotta dall’originale della lingua ebraica – non significa apparenza fisica (Dio è spirito e non ha quindi un corpo), ma identità. Cioè: l’uomo è figlio di Dio. La parola “vita” è presente 871 volte nella Bibbia. Da questa fede radicata nella Parola stessa di Dio deriva la visione etica cristiana, anche se con qualche piccola differenza tra le diverse confessioni (Chiese) cristiane. La bioetica è la parte della morale che si occupa della difesa del valore della vita umana (da biòs = vita + ethòs = comportamento). È quindi lo studio sistematico della condotta umana nell’ambito della scienza della vita e della cura della salute, quando tale condotta è esaminata alla luce dei valori e dei princìpi morali. In estrema sintesi:
• La scienza è buona solo se difende, protegge, sviluppa, aiuta la vita umana, dal concepimento alla morte naturale.
• L’uomo è persona dal concepimento alla morte naturale. La vita umana è un valore assoluto. Non dipende da opinioni, non dipende dal fatto che sia stata voluta o no. Qualsiasi vita umana vale sempre e comunque. Contro questo principio ci sono solo ingiustizie e barbarie.
• L’uomo è sempre soggetto e mai oggetto. La vita umana non può mai essere usata. Non esistono vite meno importanti di altre.
• L’uomo deve sempre preservare la sua vita e quella degli altri.
• Gandhi diceva: “L’uomo si distrugge con la scienza senza umanità. Il vero progresso scientifico deve difendere la vita e migliorarla. Non esiste vero progresso contro la dignità della persona umana.
• L’uomo è persona anche quando non può comunicare o non può mostrare la sua intelligenza (perché è in coma o è malato di mente o è ancora un embrione o perché è semplicemente un deficiente). Va comunque sempre rispettato. L’intelligenza è una condizione necessaria ma non sufficiente per essere persona (gli animali sono intelligenti, ma non sono persone). La vita è un diritto. Allora esiste sempre il dovere corrispondente di rispettarla e difenderla.
• ABORTO. E’ di 3 tipi. Spontaneo , Terapeutico, Volontario (detto I.V.G., Interruzione Volontaria di Gravidanza). Solo l’ultimo è un male morale. L’I.V.G. ha oggi 4 metodi per uccidere e il più diffuso (66%) è il Karman/Isterosuzione. Qualsiasi vita umana va protetta e difesa sin dl concepimento. L’embrione è persona umana in sviluppo. Non può essere usato o ucciso a fini scientifici. Il bimbo concepito ha gli stessi diritti della mamma. Voluto o non voluto. Per le alternative è possibile l’adozione prenatale entro 15 giorni dalla nascita. Il bimbo sarà amato sicuramente da una famiglia pronto ad accoglierlo, anche in caso di grave handicap. Per la prevenzione non bisogna pensare solo alla contraccezione, ma ad una sessualità responsabile che eventualmente può anche accogliere la vita perché già unita stabilmente (matrimonio).
• TRAPIANTO DI ORGANI. Lecito come grande atto di amore. La donazione non mette in discussione la fede nella risurrezione del corpo promessa a tutti da Gesù. La donazione combatte il mercato clandestino di organi.
• GENETICA. Lecita solo se rispetta la dignità della persona umana. La persona non può mai essere ridotta ad oggetto per esperimenti. Buona se aiuta a combattere le malattie. Non è lecito uccidere embrioni e d è anche scientificamente inutile.
• AIDS. Solo un amore fedele e responsabile, costituisce una prevenzione totalmente sicura. Il malato va aiutato. Il sieropositivo non va discriminato. La prevenzione parte dal cuore, non dal corpo. Una sessualità al servizio di un vero amore stabile e fedele. Il 99% dei contagi avviene oggi tra eterosessuali con un comportamento sessuale irresponsabile e “capriccioso”.
• EUTANASIA. 3 tipi: attiva (veleno), passiva (tolgo cure vitali essenziali), Stop accanimento terapeutico (lecita, interrompo cure inutili e non essenziali). La medicina dev’essere vista sempre come aiuto alla vita. La persona vale sempre anche se malata o in stato “vegetativo”. Il malato vuole morire perché disperato, perché non si sente amato. La sua richiesta di morire non è credibile per via della disperazione. Non possiamo assecondare e aiutare un aspirante suicida. Esiste il diritto di morire con dignità (non uccisi o suicidi), non esiste il diritto di suicidarsi. La vita, ogni vita, ha sempre valore ed è legata a molte altre vite. L’eutanasia si presta a gravi abusi. Lo Stato deve aiutare tutti, non liberare letti di ospedale per chi non può permettersi cure o è considerato inutile o perché vuole morire. E’ un criterio di umanità e giustizia. Non si può uccidere per amore. Non si può uccidere la speranza, né uccidere la ricerca (lotta contro il male e non arresa).
• FECONDAZIONE ASSISTITA. Leciti solo i metodi chiamati “GIFT” e “LTOT” perché sono un aiuto ad un concepimento naturale nel corpo materno. Respinta la “FIVET” (in provetta) . Il bimbo ha il diritto di essere concepito dalla e nella sua mamma. La “FIVET” si presta a gravi abusi e crea crisi parentali e di identità al nascituro (di chi è figlio?). Con la “FIVET” il figlio assomiglierà comunque ad un donatore sconosciuto di uno dei due gameti, Allora meglio adottare. Il figlio non è un diritto, è un dono. Va difeso il bambino prima di tutto.

wwuntitledwwuntitledGiorgio Nadali


Religiosi, ma poveri? Esiste un rapporto tra ricchezza o povertà personale e la fede religiosa?

di Giorgio Nadali

www.giorgionadali.it

abDi certo Adriano Celentano non sarebbe d’accordo e anche noi siamo un po’ perplessi, ma secondo un nuovo studio di un istituto di ricerca sociale americano – Pew Research Center – c’è un rapporto tra benessere economico personale e fede religiosa. Ricchezza e religione sarebbero inversamente proporzionali: i paesi più religiosi quelli con un più alto tasso di povertà e viceversa, mentre quelli più ricchi i più tendenti all’ateismo. Unica eccezione gli Stati Uniti d’America, dove nonostante la ricchezza elevata in termini di PIL, il 54% della popolazione afferma la grande importanza della religione nella propria vita. Nel testo sociologico “Sacro e popolare. Religione e politica nel mondo globalizzato”, gli autori Pippa Norris e Ronald Inglehart sottolineano come la partecipazione alle pratiche religiose registri tassi più alti tra persone più incerte a livello economico e che si trovano ad affrontare più problemi di salute e povertà. Nell’ipotesi generale, il declino del valore della religione, della fede e delle attività religiose dipende dal mutamento di lungo periodo della sicurezza esistenziale: con il processo e il progresso dello sviluppo umano, l’importanza della religione nella vita degli individui diminuisce gradualmente.
Abbiamo sentito il parere di tre importanti sociologi italiani.

Roberto Cipriani. Professore ordinario di Sociologia nell’Università Roma Tre.
Silvio Scanagatta. Docente di Sociologia del mutamento culturale all’Università di Padova
Paola Di Nicola. Presidente della Associazione Italiana di Sociologia. Docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Verona.

Siete d’accordo con la ricerca?
Cipriani:
Non è facile essere d’accordo con la ricerca perché le informazioni sulla metodologia sono insufficienti a valutare l’affidabilità. A livello comparativo fra nazioni ci sono moti problemi di omogeneità fra i dati raccolti.
Scanagatta:
Non mi stupisce affatto. Gli Stati Uniti hanno una cultura decisamente diversa dall’Europa. Gli Stati Uniti sono gli unici che differiscono in questa variabile che va dal massimo di senso religioso rapportato con la povertà sino al minimo di senso religioso rapportato con la ricchezza. Gli Stati Uniti essendo più ricchi dell’Europa dimostrano che uno stato più coeso il senso religioso va perfettamente d’accordo con la ricchezza conseguita.
Di Nicola:
Indubbiamente al di là di tutte le questioni teologiche la religione ha avuto sempre una funzione consolatoria nei confronti dei soggetti e spesso questa funzione consolatoria ha trovato maggiore accoglimento tra le persone che sperimentano condizioni di vita altamente problematiche. Rimane il fatto che a livello personale le religioni sono fonte di conforto. È un dato di conforto. Soprattutto le religioni rivelate (Ebraismo, Cristianesimo e Islam).

Esiste a vostro parere un rapporto con la condizione economica personale e la propria fede religiosa?
Scanagatta:
Certamente c’è un rapporto. Il problema è che il tentativo di alcuni di dire che più si è ricchi e meno si è religiosi è contrastante no solo con un’infinità di realtà individuali, ma anche con realtà collettive dove società unite come quella americana dimostrano che si può far convivere benissimo il senso religioso con una grande ricchezza.
Cipriani:
Non necessariamente. Ci sono persone ricche poco religiose e poveri assai religiosi ma anche il contrario. Non si può generalizzare.
Di Nicola:
Bisogna distinguere tra la fede e la religiosità, che spesso si caratterizza anche con aspetti di tipo magico e di superstizione. Se per fede si intende un credere a livello personale nell’esistenza di un’Entità di tipo trascendente io credo che questo sentimento che possa essere presente a tutti gli uomini in tutte le classi sociali. Se invece pensiamo alla religiosità, che comprende anche tutti gli aspetti del rito, indubbiamente nelle aree del Paese in cui esiste ancora uno sviluppo non ancora pienamente maturo, spesso questi atteggiamenti continuano a persistere.

Secondo voi la ricchezza economica allontana dalla fede religiosa (cristiana)?
Cipriani: Molto dipende dalla socializzazione e dall’educazione ricevute, che possono impedire di pensare che la ricchezza allontani dalla fede.
Scanagatta: No, no. L’aumento economico non allontana affatto dal senso religioso. Anzi, lo fa crescere perché spesso il livello culturale rende più sensibili e attenti al senso religioso, non necessariamente più distanti.
Di Nicola: Non è facile da dire. Con l’Europa del Settecento la religione ha perso un po’ la funzione di essere la guida per la vita e la risposta a tutti i problemi. Soprattutto con l’industrializzazione e l’aumento della ricchezza disponibile sia a livello individuale sia a livello collettivo ci si rende conto che si può avere una situazione di sicurezza autonomamente, per meriti personali, senza dover necessariamente ringraziare Qualcuno…
Cosa pensate della teologia della prosperità, di origine protestante, cioè che Dio desidera il nostro benessere economico personale e agisce anche per farcelo avere?
Cipriani:
La teologia della prosperità è un espediente per recuperare adesioni rispetto alla teologia della liberazione, promettendo esiti economici positivi in caso di adesione ad una certa linea teologica e cultuale.
Scanagatta:
Secondo un’idea protestante una persona deve la sua ricchezza non solo alla grazia che Dio gli dà ma anche al senso di comunità con cui esplica questa grazia ed è quello che può spiegare una convivenza tra ricchezza e senso religioso. In Europa invece prevale l’idea per essere ricchi bisogna distruggere il sistema di valori religiosi, in America succede esattamente il contrario. Non solo. Il cattolicesimo dice che la ricchezza è una colpa, ma anche il Paesi del Nord Europa dicono che la separazione tra senso religioso e ricchezza va operata a livelli massimi, tanto è vero che sono i Paesi del Nord che non hanno voluto riconoscere le radici giudaico cristiane della società europea.
Di Nicola:
Con il protestantesimo l’uomo è diventato la misura di tutte le cose, anche la misura della sua etica, della sua moralità e della sua religiosità. Nelle prime forme del Calvinismo per un uomo l’aver successo nella vita era un segno di essere un eletto e quindi nella grazia di Dio. Poi con il Novecento questa dimensione si è molto affievolita e l’obiettivo non stato più stato di arricchirsi per avere una misura del proprio stato di grazia, ma l’obiettivo era semplicemente quello di raggiungere livelli più alti di ricchezza indipendentemente dal fatto che questo fosse un indicatore di essere nelle grazie di Dio.

Secondo voi c’è un rapporto tra la condizione economico sociale e la fede religiosa in Italia?
Cipriani:
La condizione economica non è una variabile indipendente che presieda in Italia all’orientamento religioso.
Scanagatta:
Certamente c’è un rapporto. Il problema è che il tentativo di alcuni di dire che più si è ricchi e meno si è religiosi è contrastante no solo con un’infinità di realtà individuali, ma anche con realtà collettive dove società unite come quella americana dimostrano che si può far convivere benissimo il senso religioso con una grande ricchezza.

Di Nicola:
Bisogna distinguere tra la fede e la religiosità, che spesso si caratterizza anche con aspetti di tipo magico e di superstizione. Se per fede si intende un credere a livello personale nell’esistenza di un’Entità di tipo trascendente io credo che questo sentimento che possa essere presente a tutti gli uomini in tutte le classi sociali. Se invece pensiamo alla religiosità, che comprende anche tutti gli aspetti del rito, indubbiamente nelle aree del Paese in cui esiste ancora uno sviluppo non ancora pienamente maturo, spesso questi atteggiamenti continuano a persistere. La tradizione dà delle sicurezze e chi sperimenta maggiore insicurezza quotidiana spesso trova nella tradizione religiosa dei punti di riferimento.

di Giorgio Nadali

www.giorgionadali.it

Pubblicato su “STOP”, Anno VI, N. 20, 22 Maggio 2015 , “Essere ricchi non vuol dire voltare le spalle a Dio e alla Religione”